La mozione generale (3-10-15)

La mozione generale approvata dall’Assemblea di Fondazione della Cazzavillan (3-10-15)  #TagliandoCazzavillan

L’Assemblea di fondazione della nuova Associazione, riunitasi in data odierna presso la sede del Partito Socialista (via Andrea Costa 20/a – Milano) che ci ospita generosamente

considerata

  • la situazione di grave pericolo che incombe e minaccia le future generazioni, a causa della devastazione ambientale nei paesi sviluppati a fronte della scarsità di risorse nei paesi più poveri;
  • l’avanzata fino alle porte d’Europa dei totalitarismi che spingono intere popolazioni ad una fuga disperata o all’olocausto;

considerata altresì

  • la perdurante incapacità dell’Unione Europea di realizzare quella Patria comune dei popoli delineata nel Manifesto di Ventotene firmato da Altiero Spinelli, Ernesto Rossi ed Eugenio Colorni;
  • il dilagare della corruzione e dei sistemi partitocratici che hanno preso il posto del metodo democratico in Italia da oltre sessant’anni, e che ora comincia a manifestarsi anche al di fuori dei nostri confini;

considerato infine che

  • la situazione di grave difficoltà organizzativa ed economica della galassia radicale;
  • la durezza dei dibattito interno e le dolorose incomprensioni personali che mettono a rischio la durata stessa della storia radicale;
  • il silenzio imposto dall’esterno da parte dei mezzi di informazione su tutto ciò che riguarda iniziative e vita dei Radicali;
  • l’ostacolo alla conoscenza da parte dei cittadini delle iniziative del partito sia causa della riduzione degli iscritti, dei militanti;

dichiara

  • che solo la tradizionale pratica della nonviolenza attiva, e lo studio di un ulteriore affinamento delle tecniche di lotta politica nonviolenta possono costituire speranza per noi e per gli altri, e portare il Partito Radicale ad essere esso stesso speranza per i cittadini in Italia e nel mondo;

  • che la lotta del PRNTT per il diritto alla conoscenza come diritto umano, se sostenuta e presentata dallo Stato Italiano all’ONU può avviare la transizione comune verso lo Stato di Diritto del mondo arabo e dell’Europa stessa;

  • che il riconoscere nel diritto ad abitare la terra, per ogni individuo di qualsiasi genere, orientamento e specie,

secondo la propria natura e le proprie inclinazioni, sia strumento primario di contrasto alla violenza;

di conseguenza si impegna

  • ad accogliere e discutere collegialmente le proposte dei propri iscritti che si inseriscano nelle dichiarazioni programmatiche appena esposte e ad avviarne l’esecuzione se vengano giudicate dall’Assemblea coerenti alle risorse dell’associazione, affidando la responsabilità di coordinamento all’iscritto proponente.

ringrazia

  • Radicali Italiani nelle persone del Segretario Rita Bernardini e del Tesoriere Valerio Federico;

  • il P.R.N.T.T. nella persona del tesoriere Maurizio Turco;

  • i figli di Myriam Cazzavillan per aver acconsentito di poter ricordare con le nostre iniziative la memoria di loro madre, iscritta e militante radicale per tani anni;

  • Marco Pannella a cui offre la tessera onoraria dell’Associazione e Laura Arconti a cui offre a Presidenza onoraria

  • i Consigli Comunali che quest’anno hanno adottato i registri del testamento biologico, delle unioni civili, della bigenitorialità;

  • il Think Tank “Dove va l’Europa” per la sua opera di diffusione di conoscenza sul nostro continente e la politica estera;

  • i promotori della proposta di legge “Un’altra difesa è possibile“;

  • il prezioso lavoro congiunto delle associazioni Radicali Italiani, Parte in Causa e Radicali Ecologisti nella campagna #scacciamoli culminato con il deposito alla Camera della Proposta di Legge per la “Protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio”;

  • l’impegno per l’ingresso della Turchia nell’Unione Europea dell’Associazione “Turkey in Europe Now” di Mariano Giustino, auspicando che presto anche dalla pagina facebook “Israele nell’Unione Europea, subito” possa nascere un’Associazione del genere;

  • Luigi Reale per il suo impegno per il diritto di firma dei referendum dei cittadini italiiani residenti all’estero;

delibera

  • di chiamarsi “Associazione Per L’Iniziativa Radicale “Myriam Cazzavillan” e di adottare come logo il berretto frigio con a destra il nome dell’Associazione impaginato a bandiera;

  • che la quota di iscrizione annuale all’Associazione per l’anno associativo 2015/2016 è fissata a 30€ ed è ridotta a 10€ per chi è anche iscritto ad una associazione radicale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...