Baratto amministrativo: e i contributi?

Baratto amministrativo: e i contributi? #radicali @selmilano @lucagibillini

Arriva anche a Milano il baratto amministrativo, detto rozzamente, se il cittadino non può pagare un tributo comunale gli viene offerta la possibilità di farlo con ore di lavoro per la comunità.

Questa misura è stata fortemente appoggiata dai 5 stelle, che già nell’accordo per appoggiare il sindaco di centrodestra del comune di Laives l’hanno prevista (l’accordo prevede che tutto il loro programma viene appoggiato dalla giunta con una piccola variazione).

In realtà proprio nei 5 stelle sono nati alcuni dubbi sulla misura, dubbi espressi da Carlo Martelli in questo video.

Qui vogliamo solo porre 2 delle domande che ci sono venute grazie alla consulenza che ci ha dato Ezio De Stefani, che si occupa di sicurezza per lavoro.

Siamo certi che il comune di Milano abbia fatto tutto più che in regola ma:

  • che tipo di rapporto di lavoro si crea con le persone che lavorano per il comune? E’ un rapporto regolato come i voucher?
  • se sì, dato che i voucher non prevedono che tutta la cifra vada al lavoratore ma che una parte vada a pagare i contributi, questo significa che le persone che lavorano per il Comune di Milano per pagare i tributi comunali vedano che il comune verserà per loro una cifra, per esempio all’INPS?

Finora le risposte alle domande come queste non sono state dettagliatissime…

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...