#ViePannella, mappa delle iniziative in corso

#ViePannella, mappa iniziative in corso per intitolare luoghi a @MarcoPannella @RadicalParty #radicali #CiaoMarco #ASubito

butta

Ecco una cartina fatta con le prime iniziative volte a far dedicare luoghi a Marco Pannella. Se ne conoscete altre avvisateci con un commento qui, su facebook o alla mail segreteria@iniziativaradicale.it.

La mappa verrà tenuta aggiornata alla pagina
https://iniziativaradicale.wordpress.com/cartina-mozioni-diritto-alla-conoscenza/cartina-viepannella/

 

Tanti auguri Max Fanelli

#AuguriMax A Massimo “Max” Fanelli per il suo compleanno:  #radicali @ass_coscioni #iostoconmax @EutanaSiaLegale @PossibileIt

Belli gli auguri di compleanno che ha fatto Possibile alla sua tessera numero uno Max Fanelli, che combatte una durissima lotta per il diritto di essere liberi fino alla fine.

Auguri Max e auguri ai tanti Max che stanno soffrendo come te e ai vostri cari.

Registro Testamento Biologico: Quando il centrosinistra NON lo voleva a Paderno

Registro #TestamentoBiologico: Quando il centrosinistra NON lo voleva a #PadernoDugnano @GGiuranna @insxcambiare @Paderno5Stelle

“Registro del Testamento Biologico: Alparone non lo vuole” questo il titolo dello sconsolato post di Giovanni Giuranna “Seduta stradeludente (a dir poco) della Commissione Servizi…Insomma: ci hanno fatto perdere due anni di tempo per… esprimere un desiderio.”

Sembra quasi dire, se fossimo stati in giunta noi…”Le forze di opposizione si sono espresse da subito per il sì;” dice in un post precedente.

Ma sarà davvero così?

Chi va sulla mappa delle iniziative sul registro del testamento biologico della Associazione Coscioni vede che già almeno dal 2009 vengono presentate mozioni nei consigli comunali sul tema, una delle quali nella vicina Limbiate.

Ma nessun consigliere comunale centrosinistra padernese ha presentato una mozione sul tema né 2 consigliature fa quando era in giunta né nella consigliatura scorsa (2009-2014) quando essendo all’opposizione cadeva la scusa di evitare di presentarla per scongiurare dissidi interni alla maggioranza di giunta. Solo in questa consigliatura Giuranna (da solo, senza il suo alleato PD) ha presentato una mozione sul tema, parecchio tempo dopo l’Assemblea sui Nuovi Diritti e che mi risulta ritirata al momento.

Rivediamo ora cosa hanno detto i candidati sindaci nell’ultima campagna elettorale amministrativa dopo le primarie delle idee che avevano chiesto al 90% al PD di essere favorevole al tema

“Nella coalizione di centrosinistra come in quella di centrodestra ci sono anime differenti ma questo non vuol dire che è no a priori” insomma non è detto che lo facciano. Un entusiasmo coinvolgente non c’è che dire…tra l’altro se nel frattempo Caniato riesce a dire quando il sottoscritto le aveva già fatto la domanda (è da 2 anni che nel centrosinistra nessuno riesce a dirlo…forse perché la domanda in precedenza l’aveva fatta Arcari…).

Alparone svicola da politico esperto, Abbati 5 stelle unico favorevole (anche se ora Cezza dice che senza una legge nazionale non serve a niente).

Ecco la discussione a cui sarei stato contrario presa dal programma del centrosinistra, centrosinistra di cui Giuranna era alleato.

Come vedete non è nemmeno sul registro ma sul testamento biologico in generale

butta

Ed è messa in una formula bizantina da cui non si capisce chi nomina i forum, chi ne fa parte, che validità hanno.

Quello che è certo è che né Caniato (né Giuranna) hanno firmato per l’assemblea sui Nuovi diritti a differenza di oltre 300 cittadini padernesi. E che Alparone quella Assemblea l’ha concessa permettendo Majorino, del Partito Democratico, di parlare qui.

Alla faccia dell’essere favorevoli alla discussione.

La realtà è che è fottutamente difficile in Italia fare maturare alle forze politiche posizioni moderne sui diritti civili.

E che a Paderno è ancora più fottutamente difficile.

Serve tempo e sapere cogliere i passi in avanti che centrosinistra (e centrodestra) hanno fatto.

Gianni Rubagotti

A Desio la Cazzavillan appoggia Alberti

#Desio la Cazzavillan appoggia Alberti @Aleusa89 #radicali #dirittoallaconoscenza #bigenitorialita #ViePannella @FDemLombardia

butta

L’Associazione per l’Iniziativa Radicale “Myriam Cazzavillan” alle amministrative 2016 a Desio invita a votare Alessio Alberti (e come seconda preferenza una donna).

Alberti, candidato nel Partito Democratico che appoggia la rielezione di Roberto Corti, avrebbe meritato il nostro appoggio già per questi motivi:

In aggiunta a ciò come candidato nel PD

Insomma ci auguriamo che Alberti sia eletto per meglio poter continuare con lui a Desio (e altrove) un cammino proficuo che dura oramai da tempo.

Paderno Dugnano: Alparone (cdx) celebrerà le unioni civili omosessuali

Il sindaco di #PadernoDugnano @marcoalparone (centrodestra) celebrerà le #unionicivili omosessuali

oomb30el

“Assolutamente Sì”: una risposta poco scontata a fronte di alcuni sindaci delle nostre zone che si rifiuteranno di celebrare le unioni civili omosessuali, spinti anche da Salvini della Lega Nord.

Ma questa è stata la risposta del Sindaco quando questa sera l’ho intercettato all’uscita dalla Commissione Servizi dove si parlava di registro del testamento biologico (e lì le notizie sono meno buone anche se prevedibili).

Marco Alparone nasce politicamente in Forza Italia ma rivendica i suoi primi voti alla Democrazia Cristiana e aveva grande vicinanza con Massimo Mauro quando era il punto di riferimento di Comunione e Liberazione.

Questa presa di posizione netta è la dimostrazione che esiste un centrodestra che sta aprendo ai Nuovi Diritti, sui quali proprio Alparone ha concesso un’assemblea pubblica 2 anni fa che cogliamo l’occasione di rilinkare alla fine del post.

Ora speriamo al più presto di pubblicare la foto del Sindaco mentre unisce civilmente la prima coppia di padernesi dello stesso sesso che ne farà richiesta.

Come diceva Marco Pannella la rivoluzione liberale si fa andando un millimetro al giorno nella direzione giusta.

 

 

 

Giardini Pannella vicino a San Vittore a Milano

#GiardiniPannella vicino a San Vittore a #Milano #CiaoMarco @daviderromano  @RadicalParty @RadioRadicale #radicali @MarcoPannella

In questa intervista, Davide Romano, assessore alla cultura della Comunità ebraica di Milano illustra la proposta di  intitolare giardini piazza Aquileia a Marco Pannella.

Ecco il comunicato
“La Comunità ebraica milanese piange la scomparsa di un amico tanto antico quanto sincero.
Da sempre vicino al mondo ebraico, ha saputo in anni bui starci vicino come pochi. Dalle lotte per permettere agli ebrei russi di uscire dalla prigione sovietica negli anni ’80, a quelle per farli uscire dalla Siria nei primi anni ’90. Dalla difesa di Israele in quanto unica democrazia in Medio Oriente, alla proposta di farlo entrare nell’Unione Europea. Aveva chiarito a tutti che prima di criticare un Paese, bisognava distinguere tra democrazie e dittature. Non gli erano mai piaciuti né Arafat né Khomeini, che pure avevano ipnotizzato tanta parte dell’opinione pubblica. Instancabile guerriero della nonviolenza, non possiamo che rendergli onore e il più sentito ringraziamento per una vita spesa per i diritti di tutte le minoranze, detenuti compresi. Per questo proponiamo ai candidati sindaco di Milano di intestargli i giardini di piazza Aquileia, vicino al carcere di San Vittore. Per fare in modo che il suo nome resti accanto ai detenuti per cui ha sempre avuto tanta attenzione, per non dire amore.
Che la terra ti sia lieve, Marco.”

Hanno aderito finora Stefano Parisi (“Un pensiero molto bello, e anche molto forte. Aderisco a questo ultimo sincero saluto e alla richiesta della Comunità Ebraica.”) e Luigi Santambrogio (“Ho accolto con convinzione la proposta fatta dalla Comunità ebraica milanese ai candidati sindaco di intitolare i giardini di piazza Aquileia a Marco Pannella. La città deve avere un luogo dove ricordarlo”).

Anche il segretario del PD milanese, Pietro Bussolati (“Una bella idea.”), ha aderito.

Come Associazione per l’Iniziativa Radicale “Myriam Cazzavillan” abbiamo appoggiato subito la proposta e, d’accordo con Davide Romano, abbiamo messo in campo 2 strumenti che possono aiutare i semplici cittadini a spingere in questa direzione cioè una petizione online e una pagina facebook (“Per i Giardini Pannella vicino a San Vittore”).

E altre novità potrebbero arrivare presto.

 

 

 

Grazie alle forze politiche padernesi

Grazie alle forze politiche padernesi #CiaoMarco @Efrem_Maestri

butta

In questi giorni difficili numerose sono state le forze politiche padernesi che ci hanno mandato messaggi di cordoglio per la morte di Marco Pannella.

Le ringraziamo qui tutte, una per una.

Grazie a:

  • Efrem Maestri
  • Efrem Maestri
  • Efrem Maestri
  • Efrem Maestri
  • Efrem Maestri

E inoltre un grazie particolare va a Efrem Maestri.

(cliccate sulla foto o qui per leggere l’intero post di Maestri)

Marco Pannella sulla “presenza di chi è presente, come morto nel presente”

#MarcoPannella sulla “presenza di chi è presente, come morto nel presente” #radicali @RadicalParty #CiaoMarco

butta

(cliccate sull’immagine per andare al video)

“Un momento fa, Mirella era qui per ricordarmi che eravamo qui, forse per la prima volta, perché Olindo, perché suo papà, come si dice, ci aveva lasciati. Eh…diciamo che forse, visto che molti di noi crediamo che il presente vero è fatto dalla presenza dei morti e dei viventi, questo credo lo comprendiamo in molti.

E sono qui quindi per dire vabbé grazie Olindo perché sei tu che in realtà…Mirella avevi da dirmelo, da ricormelo ma me lo ricordavo.

E poi credo davvero che siamo una cosa, un fatto antropologico, siamo, siamo, siamo noi qualcosa che non riusciamo bene probabilmente ad esprimere perché, probabilmente, potrebbe essere meglio espresso attraverso forme d’ arte.

E quando mi si diceva “Ma che fai co’ sta cosa, Radio Radicale…co’ sti requiem” con questo tono, no?

E allora mi è venuto spontaneo di dire “ma che co’ questo tono? con sti requiem? Tuttì con l’aria triste, guardate che nei requiem se state sentire ci sono inni di gioia, di futuro costantemente e venite qua co’ a faccia”.

C’è un dolore. Ma ci deve anche essere la felicità del credere che continueremo a vivere, e dipenderà molto da ciascuna e ciascuno di noi, se riusciremo a dare un grande, un consistente contributo anche alla presenza di chi è presente, come morto nel presente, e, è inutile dire, questa è una cosa scontata per l’arte, la musica, il canto con qualche pertinenza quindi, ieri ricordavo con Valentino, ed altro.

Quindi significa anche, se si pensa questo, forse di vederne anche un aspetto. Ed è che dipende anche da ciascuno e ciascuna di noi, anche, ma anche da ciascuna e ciascuno di quelli che sono presenti in un modo diverso, ma che sicurissimamente lo sono.

Perché per l’arte questo è dato per scontato a musica, a pittura, a scultura ma in realtà questo simboleggia, e sono simboli appunto della realtà, della vita, del mondo, del tempo e delle forme di tutto questo.

Quindi posso solo assumermi, forse indebitamente, dico sicuramente, assumermi una responsabilità.

E’ di ringraziare noi presenti qui così, a nome di qualcheduno che amiamo, ciascuno di noi, qualcuno e qualcuna che amiamo e che opererà, continuerà a farci vivere e a dare corpo alla storia e alla vita in tutte le sue manifestazioni, volendolo per quel che ha seminato.

Ma ma non solo c’è un Mistero più grande evidentemente al quale proprio noi, però lasciatemelo dire, proprio noi però, proprio noi di laica religiosità, profonda, di grande rispetto appunto per tutte le forme, per questo, di religiosità credo che saremo aiutati davvero, ma nelle cose di ogni giorno, saremo aiutati dalla presenza di coloro che ci hanno amato ma..no…di coloro che ci amano.

Perché credo che questo vada tenuto presente.

Poi c’è il mistero dell’immaterialità dello spirito, tante altre cosettine di questo genere, ma credo che né questa né altra vicina è sede per questa riflessione per questo studio per questa presa di coscienza, per questa creazione perché siamo insieme anche per continuare, per quanto possibile a creare, insieme nelle diversità degli insiemi che ci hanno, ci possono avere unito fra noi materialmente presenti in questo momento.”

Marco Pannella

(Funerale laico di Liliana Pannella, 19-8-2015 )

 

Bigenitorialità: Interpellanza di Maestri (PD)

#bigenitorialità a #PadernoDugnano Interpellanza di @Efrem_Maestri sulla mozione di @fra_rienzo

butta

Efrem Maestri certifica le firme a un tavolo radicale

Una buona notizia: Efrem Maestri si è preso carico di uno dei temi su cui altrimenti dovevamo fare l’ennesima petizione. Si parla della scomparsa dai radar della politica padernese del registro della bigenitorialità: nel link dal sito del PD trovate il testo originale dell’interpellanza http://www.pd-padernodugnano.org/2016/05/16/efrem-maestri-interpellanza-registro-comunale-per-il-diritto-del-minore-alla-bigenitorialita/

che abbiamo copiato qui

Efrem Maestri – INTERPELLANZA – Registro comunale per il diritto del minore alla bigenitorialità

– Al sig. Sindaco di Paderno Dugnano,
Marco Alparone;

– Al sig. Presidente Consiglio
Comune Paderno Dugnano,
Umberto Torraca

– Al sig. Assessore delegato in materia;

E, p.c. :

– Ai sigg. Capigruppo consiliari

Oggetto: INTERPELLANZA – Registro comunale per il diritto del minore alla bigenitorialità

Il sottoscritto consigliere comunale

PREMESSO CHE:

  • durante la seduta consiliare del 27 aprile 2015 è stato presentato l’Ordine del Giorno, prot. n. 10534 del 02/03/2015, sulla “Istituzione del registro comunale della bigenitorialità”;
  • l’OdG summenzionato è stato approvato all’unanimità dei consiglieri presenti (21 su 24);

CONSIDERATA:

  • l’importanza dell’istituzione di tale registro, in quanto entrambi i genitori avranno la possibilità di registrare la propria diversa domiciliazione legandola al nominativo del proprio figlio, in modo che le tutte le istituzioni che si occupano del minore possano conoscere i riferimenti di entrambi i genitori e renderli partecipi delle comunicazioni che lo riguardano;

 

Interpella il Sindaco e l’Assessore competente per sapere:

  • gli esiti, qualora siano stati già avviati, del confronto con le Amministrazioni Comunali che hanno già provveduto all’attivazione del Registro comunale per il diritto del minore alla bigenitorialità, al fine di istituirlo nella nostra Città;
  • a che punto sia l’iter per l’approvazione del Regolamento comunale per la tenuta del Registro di cui all’oggetto e, qualora fosse iniziato, quali sono le cause del ritardo;
  • se è intenzione presentare il predetto Regolamento comunale, nelle sedi competenti, entro la fine dell’anno 2016;
  • se è intenzione promuovere presso la cittadinanza, prima della sua introduzione, il Registro comunale per il diritto del minore alla bigenitorialità attraverso un’adeguata campagna di sensibilizzazione.

Chiedo altresì che la presente interpellanza sia iscritta all’OdG del primo Consiglio Comunale utile, in attesa di sollecita risposta scritta.

Cordiali saluti.

Paderno Dugnano, 12/05/2016                                                                        

Efrem MAESTRI
(Partito Democratico)