Niente albero ma la dedica dei Giardini come chiesta dal Consiglio (Lettera Aperta)

Immagine

Il Sindaco Sala (a sinistra) e l’Assessore Del Corno inaugurano la Palazzina Liberty dedicata a Fo dopo un anno dalla sua morte

Inviata al Presidente del Municipio 1 Fabio Arrigoni
Gentile Presidente,
il rifiuto della Giunta di chiedere deroghe alla regola per cui devono passare 10 anni dalla morte di una persona per dedicargli un bene pubblico aveva un motivo etico (l’Assessore su Libero il 24-1-17 ha dichiarato “Dieci anni sono un tempo ragionevole” e “non vogliamo più creare precedenti”) e non giuridico (la legge stessa che parla dei 10 anni consente le deroghe).
Conta poco che si debba fare una deroga (che è stata più volte accettata) o no: serve un tempo ragionevole come quello di 10 anni per intitolare una via, una piazza, eccetera.
Visto che questa era la posizione della Giunta vi abbiamo proposto di intitolare un albero in attesa che passasse questo tempo.
Ora dopo un solo anno dalla sua morte è stata dedicata una palazzina a Dario Fo.
Quindi, come per usare il linguaggio dell’Assessore, senza questo “tempo ragionevole” e creando un precedente.
Che non si debba chiedere una deroga per questo è una aggravante: il parere del ministero è un “secondo grado di giudizio” che può frenare la “bulimia intitolativa” che sembrava volesse evitare Del Corno.
Se proprio bisogna scegliere dove aspettare 10 anni andrebbe fatto sui beni che può intitolare direttamente il Comune, perché lì non c’è nessun freno.
Il Comune decide e si fa.
E allora se non è più un problema aspettare il “tempo ragionevole” ed essendosi già creato un precedente o l’albero viene proposto dal Municipio come formale richiesta di passare subito alla intitolazione dei Giardini (ma capisco che sarebbe una frizione con una Giunta a voi vicina) o non ha più alcun senso.
Mi sembra corretto e doveroso esporre questa posizione direttamente ai consiglieri per cui Le chiedo la possibilità di farlo.
Grazie e cordiali Saluti
Gianni Rubagotti
Segretario Associazione per l’Iniziativa Radicale “Myriam Cazzavillan”
Annunci

GiardiniPannella a Milano: mozione e prossima manifestazione

Mozione sui Giardini Pannella, poi approvata in Consiglio Comunale di Milano il 22-9-17

Iniziativa Radicale

mozione e prossima manifestazione

Immagine

Ringraziamo Lorenzo Lipparini di averci girato la mozione, dove troviamo anche i firmatari. La riportiamo di seguito.

Ora il problema è che la mozione sia al più presto calendarizzata.

Se questo non dovesse essere fatto entro settembre abbiamo già previsto una manifestazione ai futuri Giardini Pannella il 9 ottobre con lettura di brani di Marco Pannella e altre iniziative (Maggiori informazioni sull’evento facebook: https://www.facebook.com/events/958297710959387/ )

N.M./ 25 della Circolare MOZIONE

OGGETTO: MOZIONE DEL CONS. BUSCEMI ED ALTRI – PROPOSTA DI INTITOLAZIONE DEI GIARDINI DI PIAZZA AQUILEIA A MARCO PANNELLA

Il giorno 28 luglio 2016 è stata presentata la seguente mozione:

Premesso che

  • Marco Pannella ha rappresentato praticamente tutte le battaglie civili combattute nel nostro paese: da quelle per il divorzio e l’aborto degli anni ’60 e ’70, fino a quelle più recenti per…

View original post 210 altre parole

Viva il Partito Radicale!! Numero 8. 

Solo 3 mesi per salvare il Partito Radicale.
Iscriviti e fai iscrivere subito, anche a rate, anche se sei iscritto ad altri partiti o detenuto a

http://iscrizione.partitoradicale.it/

Se non visualizzi correttamente la newsletter aprila nel tuo browser

Viva il Partito Radicale!! Numero 8. Ultim’ora: Spes contra spem venerdì sera

Comunicato
“Spes contra Spem” un documento contro la mafia fatto da detenuti

“Spes contra Spem – Liberi Dentro” di Ambrogio Crespi verrà proiettato Venerdì alle 20:30 in Via Giovanni Battista Boeri, 3 a Milano. Saranno presenti Ambrogio Crespi, il regista, Roberto Rampi, deputato PD iscritto al Partito Radicale e Massimo Parisi, Direttore del carcere di Bollate con moderatore Alessio Alberti, consigliere comunale PD di Desio.
Il docufilm è prodotto da Index Production in collaborazione con Nessuno Tocchi Caino e su ispirazione di Marco Pannella (la cui ultima lettera a Papa Francesco viene citata all’inizio dell’opera).
Raccoglie le testimonianze di nove detenuti condannati all’ergastolo ostativo, persone che hanno riconosciuto le loro terribili colpe e hanno manifestato con forza il definitivo ripudio di ogni scelta criminale.

“Spes Contra Spem, liberi dentro” è stato proiettato in Italia ed Europa all’interno delle carceri, nelle aule dei Tribunali, in alcune delle più importanti sedi istituzionali del Paese, nelle scuole, nei cinema e nei teatro. Da autorevoli personaggi è stato definito “un film contro la criminalità organizzata, un messaggio contro la mafia, un lenzuolo bianco. Un film che parla del cambiamento e del mutamento dell’uomo”.

Il Ministro della Giustizia Andrea Orlando ha scritto: “Questo documentario fa riflettere. Credo che il suo primo significato sia proprio questo: un invito alla riflessione sul significato della pena più gravosa. Il documentario non discute le questioni di diritto: ne mostra però il senso, per nulla astratto, ma in grado di incidere sulle vite di coloro che, per dirla con i versetto paolino citato da Pannella e scelto come titolo del film, “sperano contro ogni speranza”.

A subito!
Gianni Rubagotti
 segreteria@iniziativaradicale.it

Arretrati

Potete consultare i numeri precedenti della newsletter qui

Numero 1 (5-7-17)
Numero 2 (12-7-17)
Numero 3 (20-7-17)
Numero 4 (26-7-17)
Numero 5 (28-8-17)
Numero 6 (1-10-17)

Viva il Partito Radicale!! Numero 7

Solo 3 mesi per salvare il Partito Radicale.

Iscriviti e fai iscrivere subito, anche a rate,

anche se sei iscritto ad altri partiti o detenuto a

http://iscrizione.partitoradicale.it/

Se non visualizzi correttamente la newsletter aprila nel tuo browser

Viva il Partito Radicale!! Numero 7.

3 giovedì con il Partito Radicale

Ciao,

questa è una newsletter lampo solo per informarti che:

– l’aperitivo del giovedì sera alle 20 al Pub Birreria Uragano in via Ripa di porta ticinese 57 a Milano verrà ripetuto i prossimi 3 giovedì di ottobre.
Il Pub è a 2 passi dalla stazione ferroviaria e della Metro di Porta Genova, in una zona frequentata ma tranquilla dei Navigli.
Come potete vedere dalla foto, in puro spirito antiproibizionista è possibile fumare un narghilè.
Speriamo diventi un punto settimanale di ritrovo per gli iscritti al Partito Radicale e i cittadini impegnati alle sue lotte.

– questo weekend è in corso il congresso straordinario dell’Unione della Camere penali, promotrice della proposta di legge sulla separazione delle carriere dei magistrati: potete rivederlo su Radio Radicale a partire da questo link https://www.radioradicale.it/scheda/521799/congresso-straordinario-unione-delle-camere-penali-italiane-voltiamo-pagina-un-nuovo.

– ma soprattutto la prossima (questa per chi legge sul blog) è l’ultima settimana in cui potete firmare a Milano in comune e in tutti i municipi tranne il 9.

A subito!
Gianni Rubagotti
 segreteria@iniziativaradicale.it

Arretrati

Potete consultare i numeri precedenti della newsletter qui

Numero 1 (5-7-17)
Numero 2 (12-7-17)
Numero 3 (20-7-17)
Numero 4 (26-7-17)
Numero 5 (28-8-17)
Numero 6 (1-10-17)

 

W il Partito Radicale 6

Solo 3 mesi per salvare il Partito Radicale.
Iscriviti e fai iscrivere subito, anche a rate, anche se sei iscritto ad altri partiti o detenuto a

http://iscrizione.partitoradicale.it/

Se non visualizzi correttamente la newsletter aprila nel tuo browser

Viva il Partito Radicale!! Numero 6. Ripartiamo da un aperitivo

Ciao <<First Name>>,

è ora di tornare nelle strade milanesi, iniziamo da con un aperitivo giovedì sera alle 20 al Pub Birreria Uragano in via Ripa di porta ticinese 57 a Milano.
A 2 passi dalla stazione ferroviaria e della Metro di Porta Genova, in una zona frequentata ma tranquilla dei Navigli.
Come potete vedere dalla foto, in puro spirito antiproibizionista è possibile fumare un narghilè.
Speriamo diventi un punto settimanale di ritrovo per gli iscritti al Partito Radicale e i cittadini impegnati alle sue lotte.

Se ricevi queste poche righe hai il privilegio di accedere ad alcune informazioni che la stragrande maggioranza dei milanesi e dei lombardi non può avere dal loro quotidiano, radio, TV etc…
A te la scelta se tenerle per te, come le tengono per loro agenzie di stampa e redazioni a cui le inviamo o se diffonderle per dare un minimo di diritto di conoscerle alle persone che ti stanno accanto.

Buona lettura!
Gianni Rubagotti
 segreteria@iniziativaradicale.it

Una nuova Associazione per il Partito Radicale in Piemonte!
I fondatori si riuniranno sabato 21 ottobre dalle ore 14:30 alle ore 17:30 alla Associazione Modernizzatori via monte corno 27/a Torino, preannunciate la vostra partecipazione a segreteria@iniziativaradicale.it
Della nuova associazione ha parlato Daniele Iglina su Radio Radicale https://www.youtube.com/watch?v=czcVW2ut-rM

Città Metropolitana: Sala si dimentica di essere il Sindaco

Alla Giornata Europea della Cultura Ebraica di Milano il saluto del Comune, della Regione e del Municipio 1 ma in tutto l’intervento di Sala nessun cenno alla Città Metropolitana, ente di cui è il Sindaco.

https://www.youtube.com/watch?v=p5XbmTEZhuQ
Qui il comunicato scritto anche da PSI e PLI che avevamo inviato ai media per evitare questo ennesima pessima prova di questa istituzione
https://iniziativaradicale.wordpress.com/2017/08/31/comunicato-pli-psi-prntt-giornata-europea-della-cultura-ebraica-la-citta-metropolitana-ci-sara/
Nessun mezzo di comunicazione lo ha ripreso

Ottobre di di firme, di visite, di lotta
Ecco le iniziative già programmate, altre sono in arrivo, preannunciate la vostra partecipazione a segreteria@iniziativaradicale.it

– lunedì 2 ottobre, raccolta firme al carcere Canton Mombello di Brescia in collaborazione col Partito Socialista Italiano, con Lorenzo Cinquepalmi, segretario Regionale PSi e iscritto al Partito Radicale
– sabato 7 ottobre, visita al carcere di Lecco (Via Cesare Beccaria, 9, 23900 Lecco ) con il deputato del Partito Democratico e iscritto al Partito Radicale Roberto Rampi e Giancarlo Morandi, segretario nazionale del Partito Liberale e  iscritto al Partito Radicale e, a seguire, raccolta firme sulla separazione delle carriere dei magistrati nello stesso carcere

Sono in preparazione:
– la proiezione di Spes Contra Spem al Consiglio Comunale di Bergamo
– la proiezione di Spes Contra Spem al carcere Canton Mombello di Brescia con relativa raccolta firme
– una mostra su Marco Pannella a Milano (grazie a Roberto Rampi)
– qualche tavolo di raccolta firme sulla separazione delle carriere a Milano

e altro ancora.

Settembre di firme, di visite, di lotta

Ecco le iniziative svolte

– sabato 2 settembre è stata possibile solo la visita la carcere di Vigevano, la raccolta firme rimandata al 1 ottobre è poi nuovamente saltata
https://www.youtube.com/watch?v=eue4sI4PcHE&t=3s
Su questa visita ‘Informatore Vigevanese ha pubblicato una rettifica, lo ringraziamo
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10155309459639300&set=gm.507963702884187&type=3&theater&ifg=1
– sabato 16 settembre ore 10 proiezione di Spes contra spem al carcere di Como (Via Al Bassone, 11, 22100 Como seguita da raccolta firme sulla separazione delle carriere dei magistrati nello stesso carcere
– sabato 23 settembre raccolta firme sulla separazione delle carriere
– al carcere di Pavia

  – al carcere San Michele di Alessandria

– sabato 30 settembre
– la visita al Carcere di Vercelli con Daniele Iglina e Silvia Molé, Sergio Bagnasco, portavoce Mdp ospite della delegazione radicale ha poi annunciato la sua iscrizione al partito
– tavolo del Partito Radicale alla festa dell’Avanti alla Cooperativa Labriola di Milano

Calendario dei radicali compresenti

“Tutti gli esseri che mai furono e che sono, morti e viventi, costituiscono una compresenza che s’accresce dei nati, che è tenuta insieme ed unificata dalla produzione dei valori”
Aldo Capitini


Sergio Stanzani
1-3-1923
17-10-2013

– il 7 Ottobre 2006 Anna Politkovskaja viene uccisa a Mosca.
Sugli archivi di Radio Radicale trovate questa intervista
https://www.radioradicale.it/scheda/143502/intervista-ad-anna-politkovskaja?i=1520997

L’unico leader politico italiano che va al suo funerale è Marco Pannella, che fugge dall’ospedale dove è ricoverato.
A questo link potete sentire il suo intervento a Radio Radicale
http://www.radioradicale.it/scheda/208552/funerali-politkovskaja-marco-pannella-in-collegamento-da-mosca
A questo il suo intervento al Parlamento Europeo
http://www.radioradicale.it/scheda/208719/lomicidio-della-giornalista-russa-anna-politkovskaya
– l’8 Ottobre 2012 ci lasciava Luciano Cavagnaro
https://iniziativaradicale.wordpress.com/2016/10/08/luciano-cavagnaro-ci-lasciava-oggi-nel-2012/
– l’8 Ottobre 2016 ci lasciava Matteo Teardo
https://iniziativaradicale.wordpress.com/2016/10/09/matteo-teardo-ci-ha-lasciato-ieri/
– il 13 ottobre 2016 ci lasciava Luca Boneschi, per ricordarlo rimandiamo a una intervista che gli ha fatto Rita Bernardini nel 1986 su un processo per diffamazione che subì in seguito a sue affermazioni sulle indagini sulla morte di Giorgiana Masi, la cui famiglia lui assistette legalmente
https://www.radioradicale.it/scheda/62833/62901-giorgiana-masi-processo-per-diffamazione-contro-boneschi?i=2387742
– il 16 ottobre 2000 veniva ucciso Antonio Russo
https://iniziativaradicale.wordpress.com/2016/10/16/antonio-russo-ucciso-oggi-nel-2000/
– il 17 ottobre 2013 ci lasciava Sergio Stanzani, lo ricordiamo con una intervista ancora di Rita Bernardini dopo il congresso di Budaapest che lo ha confermato segretario dandogli il compito di costruire il Partito Transpartito e Transnazionale
https://www.radioradicale.it/scheda/31797/31825-le-conclusioni-del-xxxv-congresso-del-partito-radicale
– il 19 ottobre 1968 ci lasciava Aldo Capitini che ricordiamo linkando la digitalizzazione dei nastri del Seminario internazionale di discussioni sulle tecniche della nonviolenza del 1963, recentemente ritrovati nel 2015  http://www.radioradicale.it/scheda/449405/seminario-internazionale-di-discussioni-sulle-tecniche-della-nonviolenza
Arretrati

Potete consultare i numeri precedenti della newsletter qui

Numero 1 (5-7-17)
Numero 2 (12-7-17)
Numero 3 (20-7-17)
Numero 4 (26-7-17)
Numero 5 (28-8-17)

 

W il Partito Radicale 5

Quinta newsletter sulla separazione delle carriere e le attività del Partito Radicale a Milano spedita il 28 agosto scorso agli iscritti. Per averla in tempo reale iscrivetevi mandando una mail a segreteria@iniziativaradicale.it.

Iscriviti e fai iscrivere subito, anche a rate, anche se sei iscritto ad altri partiti o detenuto a http://iscrizione.partitoradicale.it/Se non visualizzi correttamente la newsletter aprila nel tuo browser

W il Partito Radicale!! Numero 5

Ciao,
Se ricevi queste poche righe hai il privilegio di accedere ad alcune informazioni che la stragrande maggioranza dei milanesi e dei lombardi non può avere dal loro quotidiano, radio, TV etc…
A te la scelta se tenerle per te, come le tengono per loro agenzie di stampa e redazioni a cui le inviamo o se diffonderle per dare un minimo di diritto di conoscerle alle persone che ti stanno accanto.

Buona lettura!
Gianni Rubagotti
 segreteria@iniziativaradicale.it

Settembre di firme, di visite, di lotta

Ecco le iniziative già programmate, altre sono in arrivo, preannunciate la vostra partecipazione a segreteria@iniziativaradicale.it

– sabato 2 settembre ore 10 visita e raccolta firme sulla separazione delle carriere dei magistrati nel carcere di Vigevano (Via Gravellona, 240, 27029 Vigevano)
– sabato 2 settembre ore 1430 raccolta firme sulla separazione delle carriere dei magistrati nello stesso carcere
– venerdì 8 settembre ore 17 proiezione di Spes contra spem all’interno del primo Festival LiberAzioni alla casa del quartiere La Vallette a Torino
– sabato 16 settembre ore 10 proiezione di Spes contra spem al carcere di Como (Via Al Bassone, 11, 22100 Como), se volete partecipare scrivete a segreteria@iniziativaradicale.it nelle prossime ore
– sabato 16 settembre ore 1430 raccolta firme sulla separazione delle carriere dei magistrati nello stesso carcere
– sabato 7 ottobre, visita al carcere di Lecco (Via Cesare Beccaria, 9, 23900 Lecco ) con il deputato del Partito Democratico e iscritto al Partito Radicale Roberto Rampi e Giancarlo Morandi, segretario nazionale del Partito Liberale e  iscritto al Partito Radicale , se volete partecipare scrivete a segreteria@iniziativaradicale.it (solo per iscritti al Partito Radicale)
–  sabato 7 ottobre, ore 1430 raccolta firme sulla separazione delle carriere dei magistrati nello stesso carcere

Sono in preparazione:
– la proiezione di Spes Contra Spem al Consiglio Comunale di Bergamo
– la proiezione di Spes Contra Spem al carcere Canton Mombello di Brescia con relativa raccolta firme
– una mostra su Marco Pannella a Milano (grazie a Roberto Rampi)
– un evento sulla separazione delle carriere a Mantova (grazie al PSI)
– la proiezione di Spes Contra Spem al carcere di Mantova (grazie al PSI)
– qualche tavolo di raccolta firme sulla separazione delle carriere a Milano

e altro ancora.

Agosto di firme, di visite, di lotta

Ecco le iniziative realizzate ad agosto

– 29 Luglio Visita al carcere di San Vittore con gli iscritti al Partito Radicale Gianni Rubagotti, Giacomo Forcella (responsabile Enti locali Lombardia PSI), Diego Di Pierro (Vice-Segretario Regionale Lombardia PLI), Silvia Molé, Lukas Dvorak Resoconto video https://www.youtube.com/watch?v=iPA-kCu-72Y&t=363s
Commenti al Filo Diretto su Radio Radicale del 30 luglio di
– Diego Di Pierro https://www.youtube.com/watch?v=0seer2kzOGY&t=164s
– Lorenzo Cinquepalmi e Giacomo Maria Forcella https://www.youtube.com/watch?v=mn2X5OA15DY
– Gianni Rubagotti e Silvia Molé https://www.youtube.com/watch?v=mn2X5OA15DY
Commento al Filo Diretto su Radio Radicale del 1 Agosto di Lukas Dvorak https://www.youtube.com/watch?v=jcSxc0F9Z-I&t=11s
Commento di Gianni Rubagotti su Radio Radicale del 3 Agosto https://www.youtube.com/watch?v=j0lDMXWvB-c&t=9s

– 4 Agosto raccolta firme sulla separazione delle carriere dei magistrati al carcere di Bergamo con Marzia Marchesi, Presidente Consiglio comunale di Bergamo, Partito Democratico, Francesco De Lucia, Segretario Psi Bergamo, Santo Consonni, Psi Bergamo e  Gianni Rubagotti, iscritto Partito Radicale. Resoconto video https://www.youtube.com/watch?v=94LVSw9-Hnw&t=13s

– 7 e 11 Agosto raccolta firme sulla separazione delle carriere dei magistrati al carcere di Busto Arsizio con Matteo Tosi della Lista Civica Busto Grande Resoconto video https://www.youtube.com/watch?v=kEwqRzpxt3o Articoli su PrealpinaTicino NotizieVaresePress

– 9 Agosto visita alla carcere Canton Mombello di Brescia, servizio su Teletutto https://www.youtube.com/watch?v=cVMKQ1dOKxc e intervista di Lorenzo Cinquepalmi, Segretario Regionale PSI Lombardia e iscritto al Partito Radicale, su Radio Radicale https://www.youtube.com/watch?v=ebogckQ3GBE&t=37s, articolo sul Corriere della SeraGiornale di Brescia e Bresci Oggi

– 17 Agosto Conferenza Stampa di presentazione del “Libro bianco Psi – Partito Radicale sulle carceri lombarde” Resoconto Video https://www.radioradicale.it/scheda/517530/presentazione-del-libro-bianco-psi-partito-radicale-sulle-carceri-lombarde (l’articolo su Libero 18-8-17 letto su Radio Radicale https://www.youtube.com/watch?v=0ENGbDSLsPI ), articolo sul Giorno cartaceo e online, citazione sul Corriere della Sera.

– 21 Agosto Appello PLI-Radicali “Una targa in memoria di Montanelli al carcere di San Vittore”
(articolo su Repubblica Online http://milano.repubblica.it/dettaglio-news/-/34931, su Agenpress  e Dire)

– 22 Agosto articolo sull’Eco di Bergamo sul Satyagraha radicale sulla giustizia e l’iniziativa dei detenuti di Bergamo

– 28 Agosto  Filo diretto di Laura Arconti ospite Gianni Rubagotti https://www.radioradicale.it/scheda/518132/campagna-di-iscrizioni-al-partito-radicale-nonviolento-transnazionale-e-transpartito

Calendario dei radicali compresenti

“Tutti gli esseri che mai furono e che sono, morti e viventi, costituiscono una compresenza che s’accresce dei nati, che è tenuta insieme ed unificata dalla produzione dei valori”
Aldo Capitini

A Settembre ricorrono i seguenti anniversari della scomparsa:
– il 6 Settembre 1957 ci lasciava Gaetano Salvemini
https://www.radioradicale.it/scheda/218130/due-discorsi-di-gaetano-salvemini-a-cura-di-ernesto-rossi
– il 10 Settembre 1994 ci lasciava Mariateresa Di Lascia
https://www.radioradicale.it/scheda/62110/62177-il-punto-sulla-campagna-per-labolizione-della-pena-di-morte-nel-mondo-entro-il
– il 27 Settembre 1956 ci lasciava Piero Calamandrei
https://iniziativaradicale.wordpress.com/2016/09/27/60-anni-senza-calamandrei/
– il 28 Settembre 2010 ci lasciava Clotilde Buonassisi
http://www.radicali.it/primopiano/addio-clotilde-buonassisi-una-disobbedienza-civile-era-esclusa-vita-dalle-elezioni-ammini
Arretrati

Potete consultare i numeri precedenti della newsletter qui
Numero 1 (5-7-17)
Numero 2 (12-7-17)
Numero 3 (20-7-17)
Numero 4 (26-7-17)

Scusi, ma lei è una detenuta?

immagine

Ha risposto con una grande risata e poi dicendo “Avevo il colloquio con la mia famiglia per cui mi sono messa un po’ così”, toccandosi la giacchetta colorata.

Senza saperlo ho fatto a quella donna il più grande complimento che potesse desiderare.

In quel momento, vestita così, sembrava una donna normale, non una reclusa al carcere di Vigevano appena arrivata in una stanza insieme alle altre riunite per farci delle domande.

Così voleva apparire al figlio e al marito che aveva appena incontrato nella sala colloqui, e una persona venuta con me mi ha pure fatto notare che li avevo visti prima quando abbiamo dato un’occhiata da fuori al luogo dove i detenuti incontrano chi li viene a trovare.

Però in quel momento avevo subito detto di andar via alla Comandante e all’altra persona che era con me. Non mi piaceva la sensazione di violare l’intimità di quella famiglia che si incontrava in quella sala, come se fossero animali in gabbia allo zoo.

Anche se poi la madre in “gabbia” c’è davvero.

Visitare il reparto femminile di quel carcere dopo aver visto la sezione maschile, i suoi muri scrostati, il detenuto che tiene la bottiglia del latte nel bidet del bagno per tenerla in fresco con l’acqua corrente perché non ha i soldi per il ghiaccio e la borsa frigo (e non è l’unico a usare il bidet per questo), la cella buia con la finestra coperta per il vento che arriva fa sentire come proiettati in una dimensione parallela.

I letti hanno tutti un copriletto di colore allegro.

Alle pareti ci sono lenzuola chiare con tasche quadrate di uguale larghezza che servono a tenere in ordine gli oggetti.

“Siamo nel reparto femminile, sentite l’odore diverso” ci aveva detto uno degli agenti penitenziari appena arrivati.

Sì, niente cattivi odori ma profumo.

Anche di pane appena preparato come quello che una signora mi ha mostrato nella sua cella.

Uscendo dalla sezione una delle persone che mi accompagnava nella visita mi dice che ha chiesto e le han detto che le donne lì detenute sono quasi tutti boss della malavita.

Oramai ho visto un po’ di carceri ma conservo la mia ingenuità e, diciamo pure, fesseria nel dimenticare sempre che la persona che ho davanti può essere lì per reati gravi, molto gravi. Anche se magari è la signora che aveva una grande Bibbia aperta nella cella (“Me l’ha regalata il cappellano perché non ci vedo bene e ha i caratteri grandi”) e che ne legge un pezzetto ogni giorno.

Ma forse anche nelle criminali peggiori prevale un istinto femminile insopprimibile che porta a rendere più bello e grazioso l’inferno in cui viviamo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Rebibbia un anno fa: un ricordo

hqdefaultUn blog locale mi aveva chiesto qualche riga sul congresso, visto che a qualcuno era piaciuta la ripubblico qui

Il padernese Gianni Rubagotti ha partecipato al 40° Congresso del Partito Radicale, che si è svolto nei giorni scorsi nel carcere romano di Rebibbia. Gli ho chiesto un commento, che mi ha prontamente inviato.

Sono stato al primo congresso di partito mai tenuto in un carcere. Forse anche il primo a essere convocato dagli iscritti stessi del partito.

Sto parlando del congresso del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito tenutosi nel carcere di Rebibbia i giorni scorsi.

Un piccolo miracolo laico nato da un partito quasi dissolto perché di fatto gli organi statutari non esistevano più e il leader storico Marco Pannella era scomparso.

Ho già fatto visite nelle carceri ma fare un congresso insieme ai detenuti (e ai “detenenti”) è una cosa diversa, difficile da descrivere.
Posso solo provare a spiegare qualcuna delle emozioni che mi sono rimaste.

C’è l’orgoglio di aver dato una opportunità a persone che sono recluse, alcune con l’ergastolo ostativo, cioè senza speranza né di finire la pena da vivi né di poter uscire per lavoro o permessi premio.
L’opportunità di stare in mezzo a “non detenuti”, di intervenire al congresso, di discutere con noi, seduti nella stessa sala (ma in un’area apposita).
Quale altro partito può trasformare la politica, da noi spesso associata alla furbizia, alla ruberia, al malaffare in rieducazione (art. 27 della Costituzione) per i detenuti?

C’è il piacere di aver avuto a che fare con la polizia penitenziaria, persone che spesso fanno un lavoro duro, stressante. Sapevate che ci sono casi di suicidio anche tra loro e non solo tra i detenuti?
Mi mancherà il momento in cui li salutavo la mattina quando consegnavo loro il documento per entrare, le parole scambiate con loro anche in tono scherzoso, la sensazione che anche loro sentivano di partecipare a qualcosa di unico insieme a noi e ai reclusi.
Insieme.

C’è l’ammirazione per aver sentito più di un intervento di un carcerato di “lungo corso” e di età avanzata che invece di essere preso dalla disperazione diceva di essersi laureato da poco in giurisprudenza e magari esponeva problemi giuridici complessi. Non hanno certo studiato da privilegiati.

C’è la simpatia per la signora detenuta che ha fatto un intervento divertentissimo e per il quale noi “liberi” ci siamo spellati le mani per i continui applausi. Il mio vicino di seggiola continuava a chiedersi cosa ci facesse in carcere una così.

E meno male che aveva detto che era la direttrice del carcere che l’aveva incoraggiata a intervenire perché lei era poco comunicativa.
C’è lo stupore per aver scoperto che in quel carcere c’è un’ottima torrefazione che fa arrivare il caffé da varie parti del mondo e per aver avuto di fronte al tavolo dove mi sono seduto un giovanissimo detenuto che spiegava che lavorava come fotografo per una cooperativa.

E c’è anche il “magone”.

Perché a Marco partecipare a questo congresso sarebbe piaciuto davvero tanto.
Ma c’è soprattutto la voglia che la storia di questo partito continui, perché le lotte come quelle per lo stato di diritto e per il federalismo europeo contro i nuovi nazionalismi in Europa e altrove servono tanto anche a noi “non-reclusi”.

Servono 3000 iscritti perché questo accada. Ma anche un piccolo contributo, anche con bollettino postale, è utilissimo. Sul sito www.radicalparty.org/it/donation si trova il modo per rendere possibili altre iniziative come quella tenuta a Rebibbia, che potete ascoltare integralmente sul sito www.radioradicale.it (dove trovate anche i congressi degli altri partiti).

Gianni Rubagotti

 

Comunicato PLI-PSI-PRNTT: Giornata Europea Della Cultura Ebraica: La Città Metropolitana Ci Sarà?

immagine

Il tema della Giornata europea della cultura ebraica 2017 http://ucei.it/giornatadellacultura/

La Provincia ha sempre portato il suo saluto alla giornata europea della Cultura Ebraica di Milano. 
Da quando c’è la Città Metropolitana nessun suo esponente è andato a salutarla, a parte Sala che però si è presentato solo come sindaco di Milano quando, l’anno scorso, la nostra città era capofila dell’iniziativa in Italia.
Il 10 settembre ci sarà la nuova edizione di questa occasione di incontro della città con la comunità, in un clima di antisemitismo crescente in Europa e di preoccupazione per il terrorismo islamico.
Siamo certi che, questa volta, la Città Metropolitana non farà mancare la sua presenza.

(in ordine alfabetico)
Giovanni Carpani, Segretario Regionale Lombardia PLI
Lorenzo Cinquepalmi, Segretario Regionale Lombardia PSI
Gianni Rubagotti, Associazione per l’Iniziativa Radicale ‘Myriam Cazzavillan’

W il Partito Radicale 4

Quarta newsletter sulla separazione delle carriere e le attività del Partito Radicale a Milano spedita il 20 luglio scorso agli iscritti. Per averla in tempo reale iscrivetevi mandando una mail a segreteria@iniziativaradicale.it.

Se non visualizzi correttamente la newsletter aprila nel tuo browser

W il Partito Radicale!! Numero 4

Se ricevi queste poche righe hai il privilegio di accedere ad alcune informazioni che la stragrande maggioranza dei milanesi non può avere dal loro quotidiano, radio, TV etc…
A te la scelta se tenerle per te, come le tengono per loro agenzie di stampa e redazioni a cui le inviamo o se diffonderle per dare un minimo di diritto di conoscerle alle persone che ti stanno accanto.

Buona lettura!
Gianni Rubagotti
 segreteria@iniziativaradicale.it

Carceri in Agosto: firme, visite e… Sala?
3 lanci di agenzia (un grande grazie a Paolo Izzo che ce li riporta) hanno parlato dell’agosto di iniziative radicali per la giustizia in Lombardia.
Non affannatevi a cercare mezzi di stampa che li riprendano.
Non ce ne sono.

GIUSTIZIA, RADICALI AD AGOSTO IN CARCERI LOMBARDE PER FIRME SEPARAZIONE CARRIERE (OMNIMILANO) Milano, 23 LUG – “Il Partito Radicale non va in vacanza, anche se potrebbe essere l’ultima perché senza 3000 iscritti a fine anno chiuderà. In particolare in Lombardia dopo la cena con gli iscritti, che si tiene domani sera a Milano con Sergio D’Elia, sono previste visite e raccolte di firme per la separazione delle carriere nelle carceri”. Si legge in una nota dell’Associazione per l’Iniziativa Radicale ‘Myriam Cazzavillan’, nata nell’ottobre 2015 a Milano. Il 29 luglio, si annuncia, si terrà una visita alla casa circondariale di San Vittore organizzata insieme al Partito Liberale con Diego Di Pierro, vicesegretario regionale del Pli e gli iscritti al Partito Radicale Gianni Rubagotti, Daniele Iglina, Silvia Molè e Lukas Dvorak. Il 9 agosto una visita alla Casa Circondariale Nerio Fischione organizzata insieme al Partito Socialista con il segretario regionale Psi Lombardia Lorenzo Cinquepalmi, iscritto al Partito Radicale, Gianni Rubagotti, Matilde Scazzero segretario provinciale della Uil Pa e i membri della segreteria del Psi di Brescia Laura Chiarelli e Roberto Bianchi. Il 4 agosto in collaborazione con il Partito Radicale e il Partito Socialista grazie alla disponibilità come autenticatrice della presidente del Consiglio Comunale di Bergamo Marzia Marchesi (Partito Democratico) verranno raccolte firme per la proposta di legge sulla separazione delle carriere dei magistrati nel carcere della città orobica. Il 7 agosto grazie alla disponibilità del consigliere comunale e garante dei detenuti di Matteo Tosi (Lista Civica Busto Grande) verranno raccolte nel carcere di Busto Arsizio. Altre iniziative agostane sono in preparazione “come risposta lombarda alla carovana per la giustizia che il Partito Radicale terrà il prossimo mese in Sicilia e in preparazione della grande iniziative nonviolenta che partirà per chiedere l’emissione dei decreti attuativi della riforma dell’esecuzione penale”, si spiega. red 231514 LUG 17 NNNN
Gli altri lanci sono de LaPresse e di Agenpress 

L’invito a Sala
Sempre Paolo Izzo ha scovato questo comunicato sull’invito a Sindaco di Milano a visitare un carcere milanese con una delegazione del Partito Radicale.
Anche questo e quello sullo stesso tema di Agenpress sono per ora assenti dai media.

CARCERI, PARTITO RADICALE: SALA LE VISITI AD AGOSTO A MILANO (9Colonne) Milano, 25 lug – Il Partito Radicale scrive al sindaco di Milano Giuseppe Sala, che ha indicato come prioritaria la riforma carceraria, per invitarlo a visitare le carceri milanesi. In una nota si ricorda che “le delegazioni radicali hanno compiuto oltre 200 visite negli istituti di pena italiani negli ultimi mesi, e continueranno queste visite anche ad agosto, periodo in cui i detenuti (e gli operatori che compongono con loro quella che Marco Pannella chiamava la ‘Comunità Penitenziaria’) soffrono di più. L’invito è a visitarli proprio in questo mese, magari dopo la metà, quando inizierà una grande azione nonviolenta per chiedere al ministro Orlando di emettere entro agosto i decreti attuativi relativi alla riforma dell’esecuzione penale che rischiano altrimenti, per ammissione dello stesso ministro, di essere rimandati a un futuro più remoto che prossimo”. (red) 250923 LUG 17

Un libro dimenticato: SOS stato di diritto 
E’ un testo cu Marco Pannella teneva molto, che dopo la sua morte è stato accantonato. Eppure la battaglia per latransizione verso lo stato di diritto è centrale per il PRNTT.
In attesa di provare a fare qualcosa per recuperarlo ecco la presentazione su Radio Radicale
https://www.radioradicale.it/scheda/471479/sos-stato-di-diritto-piu-diritto-alla-conoscenza-e-universalita-dei-diritti-umani

Calendario dei radicali compresenti

“Tutti gli esseri che mai furono e che sono, morti e viventi, costituiscono una compresenza che s’accresce dei nati, che è tenuta insieme ed unificata dalla produzione dei valori”
Aldo Capitini

Ad Agosto ricorrono i seguenti anniversari della scomparsa:
-il 6 Agosto 1994 ci lasciava Domenico Modugno
https://www.radioradicale.it/scheda/450015/domenico-modugno-la-sua-iscirizione-al-pr-nell86-limpegno-parlamentare-e-non-sui-temi
-il 8 Agosto 2014 ci lasciava l’ex-ministro ceceno Umar Khanbiev, ecco un documento su di lui
http://www.radioradicale.it/scheda/450401/in-ricordo-di-un-amico-umar-khanbiev-medico-e-resistente-ceceno
-il 29 Agosto 1991 Libero Grassi, imprenditore, radicale e repubblicano, veniva ucciso dalla mafia
https://iniziativaradicale.wordpress.com/2016/08/30/ieri-libero-grassi-e-stato-ucciso-per-lennesima-volta/

Arretrati

Potete consultare i numeri precedenti della newsletter qui
Numero 1 (5-7-17)
Numero 2 (12-7-17)
Numero 3 (20-7-17)