03-12-19 SENZA SCONTI

Puntata di “Senza sconti – Trasmissione di Antenna 3 Lombardia condotta da Roberto Bernardelli” di martedì 3 dicembre 2019 che in questa puntata ha ospitato Davide Redolfi (responsabile organizzativo Monza e Brianza di Grande Nord), Luca Tafuni (giornalista), Gianni Rubagotti (membro del Consiglio Generale del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito), Eros Sebastiani (Vicepresidente Associazione Frontalieri Ticino), Roberto Bernardelli (presidente di Grande Nord, conduttore televisivo).

Joshua Wong e Hong Kong: la repressione cinese arriva in Italia, raccolta di agenzie

immagine

Joshua Wong

Ho provato a ordinare così le molte agenzie raccolte da Laura Hart sull’attacco della Cina a seguito della conferenza di Joshua Wong

Indice generale

Cina 2

= Hong Kong: Cina attacca politici italiani per conferenza Wong = 2

= Hong Kong: Cina attacca politici italiani per conferenza Wong (2)= 2

Italian MPs ‘irresponsible with Wong – China embassy (7) 3

Partito Radicale 4

”Continueremo a lottare per liberazione non violenta di tutti  4

gli oppressi” 4

Hong Kong: Radicali, intervengano presidenti Camera e Senato 5

Giulio Terzi 6

    ”Imparino a rispettare la libertà di espressione anche a casa  7

loro” 7

Opposizioni 7

Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia) 7

Di Maio convochi ambasciatore – Fico e Casellati facciano  7

sentire subito la voce del Parlamento 7

Hong Kong: Meloni,Di Maio spieghi ad ambasciatore democrazia 8

Federico Mollicone (Fratelli d’Italia) 8

 Hong Kong: FdI, minacce Cina a parlamentari ingerenza inaccettabile = 8

Adolfo Urso (Fratelli d’Italia ) 9

    ”Ci aspettiamo nota ufficiale, se ambasciata Cina osa tanto è  9

perché pensa che siamo sottomessi” 9

Hong Kong: Urso, Cina osa tanto perche’ Italia sottomessa? 9

Andrea Delmastro (Fratelli D’Italia) 9

Fabio Rampelli (Fratelli d’Italia) 10

Hong Kong: Rampelli (FdI)a ambasciata Cina,non ci fate paura 10

Francesco Lollobrigida (Fratelli d’Italia) 10

Luca Ciriani (Fratelli d’Italia) 11

Hong Kong:Ciriani,Casellati intervenga contro censura cinese 11

Luca Ciriani (Fratelli d’Italia) 11

Matteo Salvini (Lega) 12

= Hong Kong: Salvini, non siamo provincia cinese, valori irrinunciabili = 12

Gian Marco Centinaio (Lega) 12

 Hong Kong: Lega, assurda invasione Cina. Imbarazzante silenzio Di Maio = 12

Paolo Formentini (Lega) 13

= HONG KONG DIVENTA UN CASO ITALIANO: IRA DELLA CINA PER LA 13

CONFERENZA DI WONG  13

Hong Kong: Formentini, da ambasciata Cina parole gravissime 14

Paolo Grimoldi (Lega) 14

Bernini (Forza Italia) 14

Hong Kong: Bernini, inaudito attacco al Parlamento italiano 14

Lucio Malan (Forza Italia) 15

Osvaldo Napoli (Forza Italia) 15

Enrico Aimi (Forza Italia) 16

Hong Kong, Aimi,imbarazzante silenzio Di Maio su ambasciata 16

Elvira Savino (Forza Italia) 16

 Basta ingerenze, Berlusconi è stato il primo a metterci in  16

guardia su rischi espansionismo Pechino 16

Maggioranza 17

Farnesina 17

++ Farnesina a ambasciata Cina, inaccettabile ingerenza ++ 17

Lia Quartapelle (Pd) 17

Ivan Scalfarotto (PD). 18

Andrea Romano (Pd) 18

    Fico e Casellati tutelino dignità Parlamento 18

Hong Kong: Pd, presidenti Camere intervengano su intromissione Cina = 18

Marina Sereni (PD) 18

Roberto Fico 19

= Hong Kong: Fico, da ambasciata Cina parole profondamente irrispettose = 19

Di Maio 19

++ Di Maio, ottimi rapporti Cina ma rispettare Parlamento ++ 19

++ Di Maio a Cina, rispettare le nostre istituzioni ++ 20

legami commerciali non possono mettere in discussione nostro Parlamento e governo 20

= Hong Kong: Di Maio, con Cina ottimi rapporti ma rispettare Parlamento = 20

NNNN= Hong Kong: Di Maio, Cina? Rispettare nostre istituzioni = 20

Cina

L‘Ambasciata Cinese a Roma ha rilasciato il seguente comunicato in riferimento alla conferenza che si è tenuta ieri al senatohttp://it.china-embassy.org/ita/xwdt/t1720040.htm (vedi anche screenshot twitter pagine ambasciata in allegato). 

= Hong Kong: Cina attacca politici italiani per conferenza Wong =

(AGI) – Roma, 29 nov. – Parole pesanti, e senza mezzi termini,

della Repubblica Popolare Cinese verso i politici italiani che

hanno tenuto una conferenza stampa su Hong Kong ieri al Senato,

durante la quale e’ stato attivato un collegamento video con il

leader degli studenti pro-democrazia Joshua Wong.

    “Joshua Wong ha distorto la realta’, legittimato la

#violenza e chiesto l’ingerenza di forze straniere negli affari

di #HK”, ha dichiarato il portavoce dell’Ambasciata Cinese in

Italia sul profilo ufficiale Twitter della rappresentanza

diplomatica. “I politici italiani che hanno fatto la

videoconferenza con lui, hanno tenuto un comportamento

irresponsabile” ha aggiunto. (AGI)

Fra

291546 NOV 19

NNNN

= Hong Kong: Cina attacca politici italiani per conferenza Wong (2)=

(AGI) – Roma, 29 nov. – La conferenza, con l’intervento via

Skype di Wong, era stata organizzata da Fratelli d’Italia e dal

Partito Radicale e promossa dal senatore di FdI e

vicepresidente del Copasir, Adolfo Urso, da Laura Harth,

rappresentante del Partito Radicale presso l’Onu e da Giulio

Terzi di Sant’Agata, ambasciatore, gia’ ministro degli Affari

esteri.

    Vi sono intervenuti i parlamentari Enrico Aimi (Forza

Italia), Andrea Delmastro Delle Vedove (Fratelli d’Italia),

Valeria Fedeli (Partito Democratico), Lucio Malan (Forza

Italia), Federico Mollicone (Fratelli d’Italia), Manuel Vescovi

(Lega), Isabella Rauti (Fratelli d’Italia), Iwobi Tony Chike

(Lega). (AGI)

Fra

291550 NOV 19

NNNN

Italian MPs ‘irresponsible with Wong – China embassy (7)

   (ANSA) – Rome, November 29 – The Chinese embassy spokesman

in Rome on Friday tweeted on Thursday’s conference at the Senate

organised by nationalist Brothers of Italy and the Radical party

with Hong Kong pro-democracy movement leader Joshua Wong in

videolink that “Joshua Wong twisted reality, legitimising

violence, and asked for the interference of foreign forces in

Hong Kong’s affairs. The Italian politicians who did the

videoconference with him showed irresponsible conduct.”

   Wong told the Senate on the video-link Thursday that Italy is

supplying some of the means of “repression” of pro-democracy

protests in Hong Kong.

   “For five months we have been living through the brutality of

the police, which now uses firearms against demonstrators,” he

said.

   “Furthermore, there are also Italian firms that contribute,

and supply their means, including auto vehicles.

   “I think a responsible country like Italy should show how

much it cares for freedom and take adequate measures in this

regard”.

   Wong also said he was “disappointed by the indifference” of 

Foreign Minister Luigi Di Maio, who has described the protests

as an internal Chinese matter, and warned Di Maio to be

“careful” about the Belt &Road Initiative, or new Silk Road,

which Italy has been alone in western nations in signing up to.

   “There are no free lunches,” he said.   

   Wong was taking part in a press conference on Hong Kong at

the Senate.

   Joshua Wong Chi-fung, 23, is a Hong Kong student activist and

politician who serves as secretary-general of pro-democracy

party Demosistō. 

   Wong was previously convenor and founder of the Hong Kong

student activist group Scholarism.

   Wong first rose to international prominence during the 2014

Hong Kong protests, and his pivotal role in the Umbrella

Movement resulted in his inclusion in TIME magazine’s Most

Influential Teens of 2014 and nomination for its 2014 Person of

the Year;he was further called one of the “world’s greatest

leaders” by Fortune magazine in 2015, and nominated for the

Nobel Peace Prize in 2017.

   In August 2017, Wong and two other pro-democracy activists

were convicted and jailed for their roles in the occupation of

Civic Square at the incipient stage of the 2014 Occupy Central

protests; in January 2018, Wong was convicted and jailed again

for failing to comply with a court order for clearance of the

Mong Kok protest site during the Hong Kong protests in 2014.

   He also played a major role in persuading US politicians to

pass the Hong Kong Human Rights and Democracy Act during the

2019 Hong Kong protests. Wong was disqualified by the Hong Kong

government from running in forthcoming District Council

elections.

     GEE

29-NOV-19 16:52 NNNN

Partito Radicale

”Continueremo a lottare per liberazione non violenta di tutti

gli oppressi”

      Roma, 29 nov. (Adnkronos) – “La propensione del Partito Comunista 

Cinese-Republica Popolare Cinese alla repressione delle critiche non è

accettabile. Non lo è nei confronti dei comuni cittadini, ancor meno 

dei propri rappresentanti. L”intervento pubblico dei rappresentanti 

delle istituzioni pubbliche, a cominciare dai Presidenti di Camera e 

Senato, dovrebbe essere un atto dovuto. Per non dire del Ministro 

degli Esteri, il quale dovrebbe convocare immediatamente 

l”Ambasciatore cinese in Italia”. E” quanto si legge in una nota del 

Partito radicale.

      “È ormai palese -prosege il Partito radicale- che insieme ai porti 

qualcuno si è venduto l”anima, purtroppo non la sua ma quella di tutti

gli italiani. Siamo stati quasi banali a parlare da subito di 

cinesizzazione economica e politica dell”Italia. Il Partito Radicale 

continuerà le lotte per la liberazione nonviolenta di tutti i popoli 

oppressi dal regime cinese, dai tibetani agli uiguri, dai cittadini di

Taiwan, infine a quelli di Hong Kong, per non dire della maggioranza 

han. Senza tralasciare la sempre più evidente e necessaria transizione

verso lo Stato di Diritto democratico federalista laico dell”Italia e 

delle democrazie reali occidentali”.

      (Pol-Fan/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 17:29

NNNN

(AGI) – Roma, 29 nov. – “La propensione del Partito Comunista

Cinese-Repubblica Popolare Cinese alla repressione delle

critiche non e’ accettabile. Non lo e’ nei confronti dei comuni

cittadini, ancor meno dei propri rappresentanti. L’intervento

pubblico dei rappresentanti delle istituzioni pubbliche, a

cominciare dai Presidenti di Camera e Senato, dovrebbe essere

un atto dovuto. Per non dire del Ministro degli Esteri, il

quale dovrebbe convocare immediatamente l’Ambasciatore cinese

in Italia”. E’ quanto si legge in una nota del Partito

Radicale.

“E’ ormai palese che insieme ai porti qualcuno si e’

venduto l’anima, purtroppo non la sua ma quella di tutti gli

italiani. Siamo stati quasi banali a parlare da subito di

cinesizzazione economica e politica dell’Italia. Il Partito

Radicale continuera’ le lotte per la liberazione nonviolenta di

tutti i popoli oppressi dal regime cinese, dai tibetani agli

uiguri, dai cittadini di Taiwan, infine a quelli di Hong Kong,

per non dire della maggioranza han. Senza tralasciare la sempre

piu’ evidente e necessaria transizione verso lo Stato di

Diritto democratico federalista laico dell’Italia e delle

democrazie reali occidentali”, conclude il Partito

Radicale.(AGI)

Com/Alf

291746 NOV 19

NNNN

Hong Kong: Radicali, intervengano presidenti Camera e Senato

(ANSA) – ROMA, 29 NOV – “La propensione del Partito Comunista

Cinese-Repubblica Popolare Cinese alla repressione delle

critiche non e’ accettabile. Non lo e’ nei confronti dei comuni

cittadini, ancor meno dei propri rappresentanti”. Lo sottolinea

il partito Radicale in una nota.

“L’intervento pubblico dei rappresentanti delle istituzioni

pubbliche, a cominciare dai Presidenti di Camera e Senato,

dovrebbe essere un atto dovuto. Per non dire del Ministro degli

Esteri, che dovrebbe convocare immediatamente l’Ambasciatore

cinese in Italia. E’ ormai palese che insieme ai porti qualcuno

si e’ venduto l’anima, purtroppo non la sua ma quella di tutti

gli italiani. Siamo stati quasi banali a parlare da subito di

cinesizzazione economica e politica dell’Italia”.

Il Partito Radicale “continuera’ le lotte per la liberazione

nonviolenta di tutti i popoli oppressi dal regime cinese, dai

tibetani agli uiguri, dai cittadini di Taiwan, infine a quelli

di Hong Kong, per non dire della maggioranza han. Senza

tralasciare la sempre piu’ evidente e necessaria transizione

verso lo Stato di Diritto democratico federalista laico

dell’Italia e delle democrazie reali occidentali”.(ANSA).

FN

29-NOV-19 17:51 NNNN

Giulio Terzi

La prima reazione uscita sulle agenzie è quella di Giulio Terzi. 

https://formiche.net/2019/11/cina-minaccia-parlamento-italiano-governo-che-dice/

    Roma, 29 nov. (Adnkronos) – “Joshua Wong ha distorto la realtà, 

legittimato la #violenza e chiesto l”ingerenza di forze straniere 

negli affari di #HK” ha detto il portavoce dell”Ambasciata Cinese. “I 

politici italiani che hanno fatto la videoconferenza con lui hanno 

tenuto un comportamento irresponsabile.” E” quanto si legge in un 

tweet dell”ambasciata cinese in Italia dopo la conferenza stampa di 

ieri a palazzo Madama organizzata da Fdi e Radicali con la 

videoconferenza con Joshua Wong.

      Fra i promotori Adolfo Urso (Fratelli d”Italia), Laura Harth (Partito 

Radicale), Giulio Terzi di Sant”Agata (Ambasciatore). E con la 

partecipazione tra gli altri di Enrico Aimi (Forza Italia), Andrea 

Delmastro Delle Vedove (Fratelli d”Italia), Valeria Fedeli (Partito 

Democratico), Fabio Rampelli (Fdi) Lucio Malan (Forza Italia), 

Federico Mollicone (Fratelli d”Italia), Manuel Vescovi (Lega).

      (Fan/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 15:38

NNNN

AGI) – Roma, 29 nov. – L’ex ministro degli Esteri Giulio Terzi

ha ritwittato la protesta degli organizzatori dell’evento al

Senato con l’attivista Joshua Wong dopo la dura presa di

posizione del portavoce dell’ambasciata cinese a Roma contro i

parlamentari italiani che vi hanno preso parte. “Inammissibile

tentativo di censura delle liberta’ politiche da parte

dell’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in #Italia.

Come organizzatori dell’evento, ricordiamo al portavoce che

siamo cittadini e non sudditi”, si legge nel messaggio di

GlobalCRL ritwittato da Terzi che era tra i partecipanti. (AGI)

Sar

291702 NOV 19

    ”Imparino a rispettare la libertà di espressione anche a casa 

loro”

      Roma, 29 nov. (Adnkronos) – “Un insolente condizionamento alla nostra 

libertà di espressione”. Così, su Twitter, l”ambasciatore Giulio Terzi

di Sant”Agata, già ministro degli Esteri, commenta su Twitter la 

”condanna” dell”ambasciata cinese nei confronti di chi (parlamentari e

non) ha promosso e partecipato alla conferenza stampa ieri a palazzo 

Madama su Hong Kong con la partecipazione del leader della protesta 

Joshua Wong.

      Raggiunto telefonicamente dall”Adnkronos, Terzi, che presiede il 

Comitato globale per lo Stato di diritto, aggiunge: “Si tratta di un 

inaccettabile tentativo di censurare la nostra libertà di espressione.

Devono imparare a non farlo, nemmeno a casa loro”.

      (Fan/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 15:59

NNNN

Opposizioni

Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia)

Di Maio convochi ambasciatore – Fico e Casellati facciano

sentire subito la voce del Parlamento

      Roma, 29 nov. (Adnkronos) – “Intollerabili le dichiarazioni del 

portavoce dell”Ambasciata cinese in Italia sull”iniziativa organizzata

ieri in Senato, anche da Fratelli d”Italia, con Joshua Wong, uno dei 

leader della protesta di Hong Kong. Siamo allibiti dall”arroganza e 

dalla sfrontatezza con le quali la rappresentanza diplomatica di 

Pechino si è permessa di censurare l”iniziativa di alcuni parlamentari

italiani definendola ”irresponsabile””. Lo dichiara Giorgia Meloni, 

leader di Fdi.

      “Fratelli d”Italia chiede ufficialmente ai presidenti di Camera e 

Senato, Fico e Casellati -aggiunge- di far sentir subito e forte la 

voce del Parlamento italiano a difesa del sacrosanto diritto di 

deputati e senatori di esprimere le proprie idee e organizzare le 

iniziative che desiderano. Chiediamo al Governo italiano, e 

segnatamente al ministro degli Esteri Di Maio, di convocare 

immediatamente l”ambasciatore cinese per ricordare che l”Italia è uno 

Stato democratico, a differenza del regime liberticida cinese”.

      (Fan/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 16:43

NNNN

Hong Kong: Meloni,Di Maio spieghi ad ambasciatore democrazia

(ANSA) – NAPOLI, 29 NOV – “Ho gia’ chiesto un intervento al

governo italiano, ho chiesto a Di Maio di chiarire ai cinesi che

qui non siamo in Cina”. Lo ha detto Giorgia Meloni alla

conferenza programmatica di Fratelli d’Italia della Campania,

replicando alle dichiarazioni dell’ambasciatore cinese.

“Il ministro degli Esteri Di Maio – ha aggiunto Meloni – deve

spiegare all’ambasciatore che qui i parlamentari della

Repubblica fanno quello che vogliono e fanno quello che

ritengono di fare senza dover temere le minacce dei cinesi”.

“Considero gravissime le parole dell’ambasciatore cinese e ho

chiesto a Di Maio di chiarire come funziona la democrazia dalle

nostre parti”, ha concluso.(ANSA).

DM

29-NOV-19 17:49 NNNN

Federico Mollicone (Fratelli d’Italia)

 Hong Kong: FdI, minacce Cina a parlamentari ingerenza inaccettabile =

(AGI) – Roma, 29 nov. – “La dichiarazione del portavoce

dell’Ambasciata cinese in Italia di presunta irresponsabilita’

dei parlamentari presenti alla conferenza stampa con il leader

della rivolta di Hong Kong Joshua Wong rappresenta un tentativo

gravissimo di ingerenza nell’attivita’ del parlamento. Il

premier Conte e il ministro Di Maio cosa dicono? Stanno

svendendo la nostra sovranita’ e la centralita’ del parlamento?

Esprimiamo seria preoccupazione per Wong e la sua incolumita’.”

Cosi’ il deputato FDI Federico Mollicone, che ha partecipato

all’iniziativa organizzata ieri in Senato. (AGI)

Alf

291619 NOV 19

NNNN

Adolfo Urso (Fratelli d’Italia )

    ”Ci aspettiamo nota ufficiale, se ambasciata Cina osa tanto è 

perché pensa che siamo sottomessi”

      Roma, 29 nov. (Adnkronos) – “Ci aspettiamo una nota ufficiale del 

ministero degli Esteri a tutela delle prerogative del Parlamento 

italiano dopo l”inaccettabile e inaudita dichiarazione dell”ambasciata

cinese. Se hanno osato tanto è perché pensano che l”Italia si sia 

ormai sottomessa. E” nostro dovere dimostrare il contrario”. Lo dice 

all”Adnkronos il senatore Adolfo Urso (Fdi), fra i partecipanti alla 

conferenza stampa di ieri con il collegamento in video conferenza con 

Joshua Wong, leader della protesta di Hong Kong.

      (Fan/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 16:27

NNNN

Hong Kong: Urso, Cina osa tanto perche’ Italia sottomessa?

#HK

   (ANSA) – ROMA, 29 NOV – “Ci aspettiamo una nota ufficiale

del

Ministero degli Esteri a tutela delle prerogative del Parlamento

italiano. Se hanno osato tanto e’ perche’ pensano che l’Italia sia

ormai sottomessa”. E’ quanto ha scritto su Twitter il senatore di

Fratelli d’Italia Adolfo Urso, promotore della iniziativa che si

e’ svolta ieri al Senato  in cui e’ intervenuto in iretta Skype

Joshua Wong, leader delle proteste a Hong Kong e censurata

dall’Ambasciata cinese.

     CHI

29-NOV-19 16:49 NNNN

Andrea Delmastro (Fratelli D’Italia)

 Roma, 29 nov. (Adnkronos) – ””Secondo l”Ambasciata cinese io sarei tra

quei parlamentari di Fdi che ha tenuto ”un comportamento 

irresponsabile” per aver dato voce a Joshua Wong, leader della 

protesta democratica di Hong Kong, più volte incarcerato per le sue 

idee dagli sgherri dei cinesi. Se l”Ambasciata cinese ritenesse di 

poter fare indebite pressioni o peggio nei miei confronti e dei 

colleghi di Fratelli d”Italia, consiglio di non perdere tempo: 

dedichino più utilmente le loro energie a Di Maio e ai pentastellati. 

Noi di Fratelli d”Italia siamo uomini e donne di altra pasta. 

All”ambasciatore cinese regalerò la prossima settimana una copia della

Costituzione italiana: è giusto che conosca principi quali libertà di 

opinione ed espressione politica che, a queste latitudini, non sono 

merce di scambio…. neanche per la via della Seta””. E” la replica 

del deputato di Fdi, Andrea Delmastro, alla nota dell”ambasciata 

cinese.

      (Pol-Leb/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 16:12

NNNN

Fabio Rampelli (Fratelli d’Italia)

Hong Kong: Rampelli (FdI)a ambasciata Cina,non ci fate paura

Mi auguro nota congiunta Casellati e Fico a tutela parlamentari

   (ANSA) – ROMA, 29 NOV – “Le dichiarazioni del portavoce

dell’ambasciata cinese sono inaccettabili. Non ci ridurranno al

silenzio. Mi auguro che i presidenti di Senato e di Camera,

Casellati e Fico, si pronuncino quanto prima a tutela della

liberta’ dei parlamentari italiani che non possono oggetto di

intimidazioni e l’immediato intervento del ministro degli Affari

Esteri Luigi Di Maio”. E’ quanto dichiara il vicepresidente della

Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia

commentando le affermazioni del portavoce dell’ambasciata della

Repubblica Popolare Cinese in Italia.  

   “Non esiste il principio dell’ingerenza negli affari interni

quando la liberta’ viene conculcata, quando i cittadini vengono

bloccati alle frontiere o ridotti in schiavitu’ nei campi di

lavoro, quando le liberta’ civili vengono soppresse. E se la

potenza responsabile di questi atti e’ la stessa che sta tentando

di colonizzare economicamente l’Italia e l’Occidente, siamo

pronti a difendere la nostra liberta’ con ogni mezzo. No –

conclude Rampelli – non ci fate paura”. (ANSA).

     CAP

29-NOV-19 16:48 NNNN

Francesco Lollobrigida (Fratelli d’Italia)

Roma, 29 nov. (Adnkronos) – ””Il presidente della Camera batta un 

colpo e difenda immediatamente i deputati della Repubblica italiana 

dal pesantissimo attacco del portavoce dell”ambasciata cinese in 

Italia. Roberto Fico ha il dovere e l”obbligo di stigmatizzare un 

simile affronto e di riaffermare con forza, quale garante della 

dignità, delle prerogative e della sovranità degli eletti dal popolo, 

il principio inviolabile della nostra libertà d”espressione”. Lo 

afferma Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d”Italia alla 

Camera.

      “Ci aspettiamo quindi -aggiunge- una immediata e dura presa di 

posizione da parte della presidenza di Montecitorio rispetto a questo 

inaccettabile tentativo di censura. Forse in Cina, dopo tanti e 

discutibili incontri intercorsi con i più alti vertici del M5S, 

credono che in Italia siano tutti disposti a soddisfare le loro 

richieste: Fratelli d”Italia sicuramente no””.

      (Pol-Sam/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 17:09

NNNN

Luca Ciriani (Fratelli d’Italia)

     Roma, 29 nov. (Adnkronos) – “Le dichiarazioni dell”Ambasciata cinese 

rappresentano una gravissima ingerenza nelle prerogative dei 

parlamentari costituzionalmente stabilite. E” inaccettabile che il 

governo cinese censuri un”iniziativa parlamentare, che aveva come 

obiettivo quello di dare voce a una grande protesta di popolo. Grazie 

a Fratelli d”Italia e Partito radicale, invece, è stato possibile al 

leader della protesta degli studenti di Hong Kong, Joshua Wong, di 

spiegare le sue ragioni. Un grande servizio alla democrazia e alla 

libertà. Auspico che il presidente Casellati intervenga in difesa dei 

diritti dei senatori, pesantemente attaccati dai tentativi di censura 

del governo cinese”. Lo dichiara il presidente di Fratelli d”Italia al

Senato, Luca Ciriani.

      (Pol/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 17:15

NNNN

Hong Kong:Ciriani,Casellati intervenga contro censura cinese

(ANSA) – ROMA, 29 NOV – “Le dichiarazioni dell’Ambasciata

cinese rappresentano una gravissima ingerenza nelle prerogative

dei parlamentari costituzionalmente stabilite. E’ inaccettabile

che il governo cinese censuri un’iniziativa parlamentare, che

aveva come obiettivo quello di dare voce a una grande protesta

di popolo. Grazie a Fratelli d’Italia e Partito radicale,

invece, e’ stato possibile al leader della protesta degli

studenti di Hong Kong, Joshua Wong, di spiegare le sue ragioni.

Un grande servizio alla democrazia e alla liberta’. Auspico che

il presidente Casellati intervenga in difesa dei diritti dei

senatori, pesantemente attaccati dai tentativi di censura del

governo cinese”. Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia

al Senato, Luca Ciriani.(ANSA).

PDA

29-NOV-19 17:13 NNNN

Luca Ciriani (Fratelli d’Italia)

Roma, 29 nov. (Adnkronos) – “Le dichiarazioni dell”Ambasciata cinese

rappresentano una gravissima ingerenza nelle prerogative dei

parlamentari costituzionalmente stabilite. E” inaccettabile che il

governo cinese censuri un”iniziativa parlamentare, che aveva come

obiettivo quello di dare voce a una grande protesta di popolo. Grazie

a Fratelli d”Italia e Partito radicale, invece, è stato possibile al

leader della protesta degli studenti di Hong Kong, Joshua Wong, di

spiegare le sue ragioni. Un grande servizio alla democrazia e alla

libertà. Auspico che il presidente Casellati intervenga in difesa dei

diritti dei senatori, pesantemente attaccati dai tentativi di censura

del governo cinese”. Lo dichiara il presidente di Fratelli d”Italia al

Senato, Luca Ciriani.

(Pol/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 17:15

NNNN

Matteo Salvini (Lega)

Hong Kong: Salvini, non siamo provincia cinese, valori irrinunciabili =

(AGI) – Roma, 29 nov. – “Non siamo una provincia cinese (anche

se magari Grillo la pensa cosi’) e per noi Democrazia, Liberta’

e Diritti Umani sono dei valori irrinunciabili”. Cosi’ il

leader della Lega Matteo Salvini dopo il tweet dell’Ambasciata

cinese a Roma. (AGI)

Fed

291900 NOV 19

NNNN

Gian Marco Centinaio (Lega)

 Hong Kong: Lega, assurda invasione Cina. Imbarazzante silenzio Di Maio =

(AGI) – Roma, 29 nov. – “La considerazione che stiamo facendo,

anche alla luce di quello sta succedendo a Hong Kong e il

lavoro che e’ stato fatto dalla delegazione italiana a Taiwan,

e’ che ci sembra assurdo che la Cina si permetta di entrare a

pieno titolo nelle questioni di Stati sovrani, come quello

italiano”. Cosi’ l’ex ministro leghista Gian Marco Centinaio

commenta l’attacco dell’ambasciata cinese ai parlamentari

italiani che hanno partecipato al convegno su Hong Kong al

Senato. “Si tratta di parlamentari eletti dai cittadini

italiani: non possiamo permettere che la Cina ci venga a dire

cosa dobbiamo fare o non dobbiamo fare”. “Mi lascia perplesso

che il governo non sia intervenuto – aggiunge poi Centinaio -,

il  silenzio imbarazzante del nostro ministro degli Esteri”.

(AGI)

Fed

291725 NOV 19

Paolo Formentini (Lega)

AGI: LE NOTIZIE DEL GIORNO (ORE 17:30) =

(AGI) – Roma, 29 nov. –

= HONG KONG DIVENTA UN CASO ITALIANO: IRA DELLA CINA PER LA

CONFERENZA DI WONG

Il portavoce dell’ambasciata cinese a Roma twitta: i politici

italiani che hanno fatto la videoconferenza con lui, hanno

tenuto un comportamento irresponsabile. Meloni: Di Maio

convochi subito l’ambasciatore. Levata di scudi dei

parlamentari. FdI: Conte e Di Maio svendono la nostra

sovranita’. FI: M5s scelga fra Italia e Cina. Pd: i presidenti

delle Camere intervengano sull’intromissione di Pechino.

(AGI) – Roma, 29 nov. – “Il ministro Di Maio convochi

urgentemente l’ambasciatore della Cina in Italia. Spieghi che

in Italia la liberta’ di pensiero e’ un diritto tutelato dalla

Costituzione e che il nostro Paese e’ alleato degli Stati Uniti

anche perche’ strenui difensori dei diritti umani. Le parole

rivolte ai parlamentari italiani sono di una gravita’ inaudita.

A maggior ragione trova dunque fondamento la nostra mozione

presentata alla Camera in cui chiediamo al governo di assumere

in tutte le sedi internazionali competenti ogni iniziativa

ritenuta utile a prevenire il ricorso alla forza da parte delle

autorita’ della Repubblica Popolare Cinese nei confronti dei

territori autonomi di Hong Kong e a sostenere in tutti i fori

internazionali competenti il pieno rispetto dello statuto di

autonomia concesso ad Hong Kong con la Dichiarazione

sino-britannica del 19 dicembre 1984″.Cosi’ il deputato della

Lega e vicepresidente della commissione Affari esteri della

Camera, Paolo Formentini.(AGI)

Alf

291745 NOV 19

NNNN

Hong Kong: Formentini, da ambasciata Cina parole gravissime

(ANSA) – ROMA, 29 NOV – “Il ministro Di Maio convochi

urgentemente l’ambasciatore della Cina in Italia. Spieghi che in

Italia la liberta’ di pensiero e’ un diritto tutelato dalla

Costituzione e che il nostro Paese e’ alleato degli Stati Uniti

anche perche’ strenui difensori dei diritti umani. Le parole

rivolte ai parlamentari italiani sono di una gravita’ inaudita. A

maggior ragione trova dunque fondamento la nostra mozione

presentata alla Camera in cui chiediamo al governo di assumere

in tutte le sedi internazionali competenti ogni iniziativa

ritenuta utile a prevenire il ricorso alla forza da parte delle

autorita’ della Repubblica Popolare Cinese nei confronti dei

territori autonomi di Hong Kong e a sostenere in tutti i fori

internazionali competenti il pieno rispetto dello statuto di

autonomia concesso ad Hong Kong con la Dichiarazione

sino-britannica del 19 dicembre 1984″. Cosi’ il deputato della

Lega e vicepresidente della commissione Affari esteri della

Camera, Paolo Formentini.(ANSA).

PDA

29-NOV-19 17:53 NNNN

Paolo Grimoldi (Lega)

(AGI) – Roma, 29 nov. – “Non capisco dove sia il problema di

audire una parte” della vicenda della protesta degli studenti

di Hong Kong “che e’ alla ribalta mondiale, per ascoltare le

sue ragioni. Farlo e’ un dovere dei Parlamenti democratici. E’

davvero singolare” la posizione dell’Ambasciata cinese. Lo dice

all’AGI Paolo Grimoldi, deputato della Lega e segretario della

Lega Lombarda. (AGI)

Red/Alf

291727 NOV 19

NNNN

Bernini (Forza Italia)

Hong Kong: Bernini, inaudito attacco al Parlamento italiano

(ANSA) – ROMA, 29 NOV – “L’inaudito attacco dell’ambasciata

cinese contro i parlamentari italiani che hanno incontrato il

leader della protesta di Hong Kong e’ una inaccettabile ingerenza

che va respinta con fermezza dai presidenti delle Camere e dal

governo. Temo che questa arroganza di chi si sente padrone in

casa altrui sia la prima nefasta conseguenza del memorandum con

Pechino incautamente firmato da Di Maio”. Lo dichiara Anna Maria

Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia. (ANSA).

CAP

29-NOV-19 19:05 NNNN

Lucio Malan (Forza Italia)

Roma, 29 nov. (Adnkronos) – “Il tweet dell”ambasciata cinese dimostra 

che abbiamo toccato un tasto delicato perché evidentemente la Cina non

vuole che si parli di chi manifesta per la libertà, né da loro né in 

Italia, e addirittura nel Parlamento italiano. Se il nostro ministro 

degli Esteri Di Maio non si comportasse da cinese più che da italiano 

dovrebbe reagire con vigore nei confronti dell”ambasciata di Pechino”.

Lo dice all”Adnkronos Lucio Malan, vice presidente dei senatori Fi, 

fra coloro che hanno partecipato all”incontro di ieri a palazzo Madama

con il leader della protesta di Hong Kong in video conferenza.

      (Fan/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 17:06

NNNN

(Adnkronos) – Roma. “Il tweet dell”ambasciata cinese dimostra che

abbiamo toccato un tasto delicato perché evidentemente la Cina non

vuole che si parli di chi manifesta per la libertà, né da loro né in

Italia, e addirittura nel Parlamento italiano. Se il nostro ministro

degli Esteri Di Maio non si comportasse da cinese più che da italiano

dovrebbe reagire con vigore nei confronti dell”ambasciata di Pechino”.

Lo dice all”Adnkronos Lucio Malan, vice presidente dei senatori Fi,

fra coloro che hanno partecipato all”incontro di ieri a palazzo Madama

con il leader della protesta di Hong Kong in video conferenza. (segue)

(Pol-Red/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 19:02

NNNN

Osvaldo Napoli (Forza Italia)

(AGI) – Roma, 29 nov. – “Le affermazioni del portavoce

dell’ambasciata cinese in Italia sono di inaudita gravita’. Se

pensano di intimidire o mettere la mordacchia a chiunque

esprima liberamente e in modo rispettoso le proprie opinioni

hanno sbagliato Paese, tempo e spazio. E dire che una compagnia

cinese vorrebbe essere fra i gestori del 5G. Con il rischio di

non poter esprimere giudizi politici senza che qualcuno

interrompa la comunicazione. Se queste sono le premesse, la Via

della Seta rischia di assomigliare alla via per l’inferno”. Lo

afferma Osvaldo Napoli, del direttivo di Forza Italia alla

Camera. (AGI)

Alf

291706 NOV 19

NNNN

Enrico Aimi (Forza Italia)

Hong Kong, Aimi,imbarazzante silenzio Di Maio su ambasciata

(ANSA) – ROMA, 29 NOV – “L’Ambasciata cinese attacca il

sottoscritto e una decina di altri parlamentari italiani che

hanno avuto il coraggio di ascoltare ed interloquire con il

leader della protesta studentesca ad Hong Kong collegato via

Skype. E’ una battaglia di liberta’ che rifarei. Poche ore prima,

in Commissione Affari Esteri, mi ero battuto insieme ai colleghi

Lucio Malan e Adolfo Urso, in difesa della liberta’ del popolo

venezuelano, contro il regime sanguinario e comunista di Maduro.

Se preferite un parlamentare silenzioso e pusillanime, la

prossima volta non votatemi. E trovo semplicemente imbarazzante

il silenzio del Ministro Di Maio su quanto sta avvenendo”. Lo

dichiara Enrico Aimi, senatore e capogruppo in Commissione

Affari Esteri per Forza Italia.

“Occorre dare il segnale chiaro – spiega l’esponente azzurro

– che il Governo italiano non puo’ certo farsi dettare l’agenda

politica internazionale dalla Cina e che i parlamentari possono

interloquire e dialogare con tutti, specialmente con chi

manifesta per la liberta’”. (ANSA).

PDA

29-NOV-19 17:55 NNNN

Elvira Savino (Forza Italia)

 Basta ingerenze, Berlusconi è stato il primo a metterci in 

guardia su rischi espansionismo Pechino

      Roma, 29 nov. (Adnkronos) – “Se la Cina può rivolgersi contro 

parlamentari italiani nei modi e nei termini adoperati dalla sua 

ambasciata in Italia, è perché evidentemente il governo di Pechino 

crede di avere nel M5S una sponda politica nel governo italiano. Di 

Maio scelga fra l”Italia e la Cina: basta ipocrisie e ammiccamenti. 

L”ingerenza cinese è inaccettabile e non possiamo non sottolineare che

il presidente Berlusconi, prima e più di tutti, ha messo in guardia 

gli italiani sui pericoli dell”espansionismo cinese, espansionismo che

non è soltanto commerciale ma anche geopolitico””. Lo afferma Elvira 

Savino, deputata di Forza Italia.

      (Pol-Fan/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 17:19

NNNN

Maggioranza

Farnesina

++ Farnesina a ambasciata Cina, inaccettabile ingerenza ++

#HK

(ANSA) – ROMA, 29 NOV – “Dichiarazioni quali quelle rese dal

portavoce dell’ambasciata della Repubblica Popolare Cinese a

Roma sono del tutto inaccettabili e totalmente irrispettose

della sovranita’ del Parlamento italiano”. Questo, secondo fonti

della Farnesina sentite dall’ANSA, quanto rappresentato

formalmente dal ministero degli Esteri italiano all’ambasciatore

cinese a Roma cui e’ stato espresso “forte disappunto per quella

che e’ considerata una indebita ingerenza nella dialettica

politica e parlamentare italiana”. La presa di posizione della

Farnesina arriva dopo le parole dell’ambasciata su Hong Kong.

AMB

29-NOV-19 18:24 NNNN

Lia Quartapelle (Pd)

  Roma, 29 nov. (Adnkronos) – “A che titolo l”ambasciata cinese 

definisce irresponsabili i parlamentari italiani? Il lavoro dei 

parlamentari italiani viene giudicato dai cittadini italiani nelle 

elezioni non dalle autorità cinesi che oggi esercitano una pressione 

indebita!” Lo scrive su Twitter Lia Quartapelle (Pd).

      (Fan/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 16:09

NNNN

Ivan Scalfarotto (PD).

Roma, 29 nov. (Adnkronos) – “A nessun governo o ambasciata straniera è

dato di attaccare il Parlamento italiano. Il governo è sempre a

disposizione per discutere i rapporti bilaterali ad ogni livello, ma

non può che respingere con fermezza ogni ingerenza nella vita

democratica del nostro Paese”. Lo scrive su twitter il sottosegretario

agli Esteri, Ivan Scalfarotto.

(Pol-Mon/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 18:39

NNNN

Andrea Romano (Pd)

    Fico e Casellati tutelino dignità Parlamento

      Roma, 29 nov. (Adnkronos) – “L”ambasciata cinese definisce 

”irresponsabili” i parlamentari italiani che hanno parlato con il 

leader della protesta di Hong Kong? Una intromissione inaudita! 

Chiediamo ai presidenti di Camera e Senato di tutelare con fermezza la

dignità del Parlamento italiano”. Lo scrive su twitter Andrea Romano 

del Pd.

      (Leb/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 16:09

NNNN

Hong Kong: Pd, presidenti Camere intervengano su intromissione Cina =

(AGI) – Roma, 29 nov. – “L’ambasciata cinese definisce

“irresponsabili” i parlamentari italiani che hanno parlato con

il leader della protesta di Hong Kong? Una intromissione

inaudita! Chiediamo ai Presidenti di Camera e Senato di

tutelare con fermezza la dignita’ del Parlamento italiano”. Lo

scrive su twitter il deputato del Pd, Andrea Romano,

commentando la notizia secondo cui l’ambasciata cinese avrebbe

definito irresponsabili i parlamentari italiani che hanno fatto

una videoconferenza con Wong.(AGI)

Alf

291621 NOV 19

NNNN

Marina Sereni (PD)

Roma, 29 nov. – (Adnkronos) – “La giusta risposta del nostro Governo

per difendere la dignità e il ruolo del Parlamento. La libertà di

espressione è un fondamento irrinunciabile del nostro sistema

democratico”. Lo scrive la vice ministra degli Esteri Marina Sereni su

Twitter.

(Nap/Adnkronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 18:55

NNNN

Roberto Fico

Hong Kong: Fico, da ambasciata Cina parole profondamente irrispettose =

(AGI) – Roma, 29 nov. – “Difendo e difendero’ sempre il diritto

dei parlamentari di esprimere le proprie opinioni e i propri

giudizi politici. Le parole dell’ambasciata cinese rispetto

alla conferenza stampa cui hanno preso parte esponenti politici

e l’attivista Joshua Wong sono profondamente irrispettose”. Lo

scrive su facebook il presidente della Camera, Roberto Fico,

che conclude: “Il Parlamento ha infatti il diritto e il dovere

di ascoltare sempre tutte le posizioni e tutte le parti in

causa, anche in relazione ad avvenimenti che si svolgono in

altri Paesi”. (AGI)

Ser

291838 NOV 19

NNNN

Di Maio

++ Di Maio, ottimi rapporti Cina ma rispettare Parlamento ++

(ANSA) – ROMA, 29 NOV – “Sempre ottimi rapporti con governo

cinese, allo stesso tempo in Parlamento ci sono tante attivita’

che si svolgono ogni giorno ed e’ giusto rispettarle”. Lo ha

detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, rispondendo da

Venosa ad una domanda sulle parole dell’Ambasciata cinese in

merito alla videoconferenza al Senato Con Joshua Wong.(ANSA).

TAM

29-NOV-19 19:24 NNNN

++ Di Maio a Cina, rispettare le nostre istituzioni ++

#ITALY

(ANSA) – ROMA, 29 NOV – “I nostri legami commerciali non

possono assolutamente mettere in discussione il rispetto delle

nostre istituzioni, del nostro parlamento e del nostro governo”.

Lo ha detto da Venosa il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in

merito alle parole dell’ambasciata cinese sul caso Joshua Wong.

LSS

29-NOV-19 19:27 NNNN

legami commerciali non possono mettere in discussione nostro Parlamento e governo

Roma, 29 nov. (Adnkronos) – “Abbiamo sempre avuto ottimi rapporti con

il governo cinese”, ma “i nostri legami, i rapporti commerciali non

possono mettere in discussione il rispetto delle nostre istituzioni,

del nostro Parlamento e del nostro governo”. Lo ha detto il ministro

degli Esteri Luigi Di Maio a Venosa, con riferimento alla posizione

espressa dall”ambasciata cinese contro i parlamentari che hanno

ospitato in una conferenza stampa un collegamento con il dissidente di

Hong Kong Joshua Wong.

(Leb/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

29-NOV-19 19:31

NNNN

Hong Kong: Di Maio, con Cina ottimi rapporti ma rispettare Parlamento =

(AGI) – Roma, 29 nov. – “E’ strano perche’ abbiamo sempre avuto

ottimi rapporti col governo cinese e allo stesso tempo in

Parlamento ci sono tante attivita’ che si svolgono ogni giorno

ed e’ giusto rispettarle, rispettare conferenze che

approfondiscono le questioni di livello internazionale”. Lo ha

detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a Venosa (Pz) a

margine di un incontro pubblico con gli attivisti del Movimento

5 stelle. (AGI)

Pz1/Alf

291930 NOV 19

NNNN= Hong Kong: Di Maio, Cina? Rispettare nostre istituzioni =

(AGI) – Venosa (Pz), 29 nov. – “E’ molto importante spiegare ai

cittadini qui il lavoro che stiamo facendo sull’esportazione

del Made in Italy nel mondo ma, allo stesso tempo, spiegare che

i nostri legami commerciali con tanti altri paesi non possono

mettere in discussione il rispetto delle nostre istituzioni,

del nostro Parlamento e del nostro Governo”. Lo ha detto il

ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a Venosa (Pz) a margine

di un incontro pubblico con gli attivisti del Movimento 5

stelle.(AGI)

Pz1/Alf

291932 NOV 19

NNNN

 

Correzione schede di Radio Radicale

12 MAGGIO 1967 Correzione scheda “III Congresso del Partito Radicale ”

01 NOVEMBRE 1967 Correzione scheda “IV congresso del Partito Radicale”

28 NOVEMBRE 1976 Correzione scheda “Consiglio federativo nazionale del Partito Radicale 28 Novembre 1976”

23 AGOSTO 1986 Correzione scheda “Presentazione del meeting per l’amicizia 1986”

Relatori

Barbieri, Chiesa Universale
Carlo Oliva
Ciaffi o Giaffi?
Claudio Moffa
David Brazar(?) War resisters International???
Edoardo Speranza
Emilia Smurro
Fazio
Ferdinando Landi
Franco Roccella
Franco Sircana
Gianfranco Spadaccia
Giorgio Gilbert
Giorgio Spadaccia
Giovanni Negri
Giudici, Chiesa Di Cristo
Giuseppe Ramadori
Guido Aghina
John Godfrey Morris, Presidente W. Eugene Smith Memorial Fund intervento in lingua inglese con traduzione
Lorenzo Strik Lievers
Luca Boneschi
Luis Alberto Meyer, Direttore dell’Istituto di Ricerca Tecnologica della Facoltà di Scienze e Tecnologia dell’Università Cattolica di Asuncion in Paraguay
Marcello Crivellini
Marco Pannella
Maria Ricciardi Ruocco
Massimo Teodori
Melchionda Lid Bologna
Peppino Calderisi
Pettinato (Saro?)
Piero Pozzoli
Pietro Pinna
Roberto Formigoni DC
Sergio Stanzani
Silvio Pergameno
Stefano Silvestri 3
Walter?

Correzione scheda “IV congresso del Partito Radicale”

Aggiornato 26-10-19

https://www.radioradicale.it/scheda/1572/iv-congresso-del-partito-radicale
00:00 MARCO PANNELLA
15:00 EDOARDO SPERANZA
17:00 GIANFRANCO SPADACCIA
1:39:40 silenzio
1:40:50 riprende
1:57:00 Marco Pannella
2:03:00 MASSIMO TEODORI legge messaggio Peter Ellar(?), Vicedirettore Lega Giovani Liberali Inglesi per i rapporti internazionali
2:06:30 SILVIO PERGAMENO
2:20:00 “Il capitalismo privato noi radicali lo consideriamo un avversario di classe”
2:41:30 MASSIMO TEODORI
2:43:10 Devi Prasad della War Resisters International (Grazie a Mao Valpiana) allievo di Gandhi che viveva a Londra https://en.wikipedia.org/wiki/Devi_Prasad_(artist)
War Resisters International https://wri-irg.org/en/Contact
2:57:00 fame (forse primo riferimento in un congresso radicale)
https://it.wikipedia.org/wiki/War_Resisters%27_International
3:04:00 MASSIMO TEODORI
3:06:00 LUCA BONESCHI

Mozione generale approvata

L’assemblea annuale degli iscritti della Associazione Per l’Iniziativa Radicale “Myriam Cazzavillan”, riunita presso l’Hotel Dei Cavalieri di Piazza Giuseppe Missori, 1 a Milano grazie alla generosa ospitalità di Roberto Bernardelli, Presidente di Grande Nord,

approva

la relazione relativa al bilancio e quella del segretario

ringrazia

chi si è attivato in questi mesi per portare avanti gli obiettivi della mozione di Rebibbia, contribuendo al “miracolo laico” delle 3000 iscrizioni raggiunte e superate dal Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito per il secondo anno di fila

ringrazia

  • i cittadini che hanno partecipato alla battaglia per la vita di Radio Radicale, gli amministratori locali che hanno approvato mozioni e firmato le PEC, i parlamentari che hanno votato il provvedimento che ha allungato la vita della radio

  • chi ha costituito, costituisce e costituirà comitati per la salvezza di Radio Radicale

  • i consiglieri comunali che hanno approvato l’intitolazione ad Alex Langer del Ponte sulla Darsena di Milano e soprattutto i primi firmatari della mozione Carlo Monguzzi e Alessandro Giungi

  • il consigliere comunale Alessandro De Chirico per la sua mozione per chiedere la coltivazione della Cannabis Terapeutica a Milano e per il suo ruolo nella approvazione di una mozione simile nel Consiglio Regionale della Lombardia e nel comune di San Donato Milanese

  • la ex-amministrazione di Pavia per aver intitolato a Marco Pannella la via vicina al carcere cittadino

  • il gruppo di iscritti pavesi al Partito, per la loro autonoma ed efficace attività locale sfociata anche nella presentazione del libro di Marco Pannella e Matteo Angioli a Pavia

si dissocia

dal trattamento che hanno avuto le proposte di emendamento allo statuto elaborate da alcuni compagni milanesi da parte del coordinamento della presidenza del Partito Radicale, e dal modo in cui è stato approvato il nuovo statuto dal congresso di questo anno.

ritiene

libera la Associazione di non portare avanti le battaglie decise dall’attuale dirigenza del Partito Radicale

impegna il Segretario

a continuare a promuovere la costituzione di Comitati per la Salvezza di Radio Radicale e ad organizzare almeno una serata culturale dopo anni in cui la Associazione non lo ha più fatto

invita

gli iscritti della associazione a destinare il loro 5 per 1000 alla Associazione Italian Amala Onlus

delibera

che la quota di iscrizione annuale allAssociazione per lanno associativo 2019 è fissata a 14 e quella per lanno associativo 2020 è fissata a 15 e ridotta a un euro per chi era iscritto nel 2019.

Ordine dei lavori

Proposto e votato all’unanimità (3 sì su 3 iscritti presenti)

Ordine dei lavori

Proposta di Ordine dei Lavori per l’Assemblea Annuale della Associazione per l’Iniziativa Radicale “Cazzavillan” del 28-9-19

Ore 10:15

Apertura dei lavori e insediamento della Segreteria di Presidenza

Distribuzione della proposta di Regolamento e della proposta di Ordine dei Lavori

Ore 10:25

Discussione degli eventuali emendamenti alle proposte di Regolamento e Ordine dei lavori

Discussione e approvazione delle proposte di Regolamento e Ordine dei lavori

Inizio raccolta iscrizioni a parlare per il dibattito generale

Ore 11:00

Relazione di Filippo Cattaneo sul Bilancio

Ore 11:30

Relazione della Segreteria sulla attività svolta e relazione

Ore 11:45 relazione di Claudio Bianchi

Ore 11:55 relazione di Enrico Borg

Ore 12:05 relazione di Davide Redolfi

Ore 12:15 relazione di Filippo Cattaneo

neo

Ore 12:25

Discussione ed Approvazione del Bilancio

Ore 12:40

Inizio del dibattito generale

Ore 13:00

Comunicazione del ‘quorum’ di partecipazione degli iscritti alla Associazione

Inizio presentazione documenti

Ore 13:30

Termine raccolta iscrizioni a parlare per il dibattito

Ore 14:00

Termine di presentazione dei documenti

Ore 15:00

Chiusura del dibattito

Termine di presentazione degli eventuali emendamenti ai documenti presentati

Illustrazione e votazione degli emendamenti ai documenti

Illustrazione e votazione dei documenti

Ore 15:30

Presentazione di candidature agli organi statutari della Associazione e conseguenti votazioni

Ore 16:00

Proclamazione degli eletti e chiusura dei lavori

Regolamento

Proposto e votato all’unanimità (3 sì su 3 iscritti presenti)

Premessa votano gli iscritti 2018

  1. Emendamenti

Ogni iscritto alla Associazione può proporre, per iscritto, emendamenti alle proposte di Ordine dei Lavori e di Regolamento alla Segreteria di Presidenza; gli emendamenti non possono essere sub-emendati. 
Gli emendamenti vengono illustrati dai presentatori con interventi della durata massima di 2 minuti. Su ognuno di essi la Presidenza ammette una dichiarazione di voto favorevole e una contraria della durata massima di 1 minuto.

Ogni iscritto può presentare un solo emendamento, anche complessivo, sull’Ordine dei Lavori, ed uno sulle norme regolamentari.


2. Mozioni d’Ordine

Ogni partecipante alla Assemblea può proporre Mozioni d’Ordine alla Presidenza, che le accetta dando loro esecuzione; può tuttavia dichiararle insindacabilmente inammissibili, o sottoporle al voto dell’Assemblea, consentendone l’illustrazione per una durata massima di 2 minuti e dando la parola per dichiarazione di voto, una a favore e una contraria, della durata massima di 1 minuto. 
Le Mozioni d’Ordine non possono comunque modificare le norme regolamentari votate all’inizio della Assemblea.

Le Mozioni d’Ordine devono essere presentate per iscritto alla Segreteria di Presidenza, e non possono interrompere un intervento in corso.

 
3. Interventi

Al dibattito possono intervenire tutti i presenti anche se non iscritti alla Associazione. Gli interventi nel dibattito sono di una durata massima di 10 minuti per gli iscritti all’Associazione e/o al PRNTT e di 5 minuti per i non iscritti. Superato il tempo previsto la Presidenza può togliere la parola. 


4. Iscrizioni a parlare

Le iscrizioni a parlare devono essere presentate personalmente alla Segreteria di Presidenza nei termini di tempo previsti dall’Ordine dei Lavori.

 
5. Votanti

Partecipano alle votazioni i congressisti presenti fisicamente o in collegamento telematico in regola con l’iscrizione versata per l’anno 2017. 


6. Modifiche allo Statuto

Le proposte di modifica allo Statuto devono essere presentate per iscritto alla Segreteria di Presidenza, entro la scadenza fissata dall’Ordine dei Lavori, e devono essere sottoscritte da almeno un decimo degli iscritti presenti nell’orario fissato per l’inizio della presentazione dei documenti congressuali. Il suddetto quorum sarà accertato e comunicato all’Assemblea dalla Presidenza. 
Le proposte di modifica dello Statuto possono essere illustrate da uno dei presentatori per non più di 4 minuti. 

Eventuali emendamenti alle proposte di modifica dello Statuto devono essere sottoscritti da un numero di congressisti pari alla metà almeno del quorum stabilito per la presentazione di proposte di modifica dello Statuto, e vanno presentati per iscritto alla Segreteria di Presidenza. 

Qualora gli emendamenti alle proposte di modifica dello Statuto non fossero accolti dai presentatori delle stesse, la Presidenza dà la parola per l’illustrazione ad uno dei presentatori dell’emendamento per la durata massima di 2 minuti. Su ciascuno di essi la Presidenza ammette una dichiarazione di voto favorevole e una contraria della durata massima di 1 minuto. 

Esaurita la votazione degli emendamenti, la Presidenza procede alla votazione delle proposte di modifica allo Statuto dando la parola per un massimo di una dichiarazione di voto favorevole e una contraria, della durata di non oltre 3 minuti ciascuna. 

Le proposte di modifica allo Statuto sono approvate, in accordo con l’Art. 7 dello Statuto, con votazioni a maggioranza dei 2/3 dei presenti. Si intendono partecipanti al voto quanti esprimono voto favorevole o contrario.


7. Mozioni generali

Le Mozioni generali vanno presentate per iscritto alla Segreteria di Presidenza entro la scadenza fissata dall’ordine dei lavori e devono essere sottoscritte da almeno un decimo dei congressisti presenti nell’orario fissato per l’inizio della presentazione dei documenti congressuali. Il suddetto quorum sarà accertato e comunicato all’Assemblea dalla Presidenza. Ciascun partecipante non può presentare o sottoscrivere più di una Mozione generale.

Ciascuna Mozione Generale può essere illustrata da uno dei presentatori per un limite massimo di 4 minuti. 
Eventuali emendamenti alla Mozione generale sono posti in discussione e votazione con le medesime modalità stabilite per gli emendamenti alle proposte di Mozione Particolare. 
Esaurita la votazione degli emendamenti, la Presidenza procede alla votazione della Mozione generale dando la parola per un massimo di due dichiarazioni di voto favorevoli e due contrarie per ciascuna mozione generale presentata, della durata di non oltre 3 minuti ciascuna. 
La mozione generale è approvata a maggioranza dei partecipanti al voto. Si intendono partecipanti al voto quanti esprimono voto favorevole o contrario. 

8.Mozioni particolari

Le Mozioni particolari vanno presentate per iscritto alla Segreteria di Presidenza entro la scadenza fissata dall’ordine dei lavori e devono essere sottoscritte da almeno 1 congressista presenti nell’orario fissato per l’inizio della presentazione dei documenti congressuali. 

Ciascuna Mozione particolare può essere illustrata da uno dei presentatori per un limite massimo di tre minuti.

Eventuali emendamenti alle mozioni particolari sono posti in discussione e votazione con le medesime modalità stabilite per gli emendamenti alle proposte di modifica dello Statuto. 
Esaurita la votazione degli emendamenti, la Presidenza procede alla votazione delle Mozioni particolari dando la parola per un massimo di una dichiarazione di voto favorevole e una contraria per ciascuna mozione presentata, della durata di non oltre 2 minuti ciascuna. 

Le Mozioni particolari sono approvate a maggioranza dei partecipanti al voto. Si intendono partecipanti al voto quanti esprimono voto favorevole o contrario. 

9. Organi della Associazioni

Gli organi sono eletti a voto palese. A ciascuna carica può essere candidato o candidarsi qualunque iscritto presente. Non è ammesso il voto per delega.

 
10. Pubblicazione delle delibere assembleari

Gli organi provvederanno a pubblicare sul sito e sui social media dell’Associazione tutte le deliberazioni dell’Assemblea.

 

APPELLO Per il Partito Radicale del Diritto alla conoscenza e dei diritti umani

Fonte https://www.maurizioturco.it/interventi/2016-09-01–prntt–40mo.pdf

Ma era stato pubblicato in precedenza perché è uscito poco dopo la conferenza stampa di presentazione del simbolo Radicali 

La realtà del regime italiano, anti-Stato di Diritto, anti-democratico, anti-liberale, nota e denunciata da decenni e aggravatasi sempre più nel corso degli ultimi anni al punto da essere conclamata e condannata anche a livello internazionale, è tale da impedire non solo il competere ma anche il solo presentarsi alle elezioni di qualsiasi ordine e grado: non esistono infatti – secondo tutti i parametri universalmente noti, di regole, linee guida e raccomandazioni – le condizioni e garanzie minime per concorrere in una elezione davvero democratica. È del tutto assente la condizione prima ed essenziale per il corretto svolgimento della vita democratica: il diritto umano, civile e politico alla conoscenza.
Tutti i precedenti elettorali “radicali” degli ultimi anni – nazionali o locali – possono essere richiamati a conferma di questa analisi. E se vogliamo indicare un caso, fare un nome per tutti, è quello di Marco Pannella, deliberatamente, sistematicamente cancellato, vietato nel corso degli ultimi anni da ogni spazio informativo, pubblico o privato, condannato dal regime italiano a una lunga, persistente e, di anno in anno, sempre più degradante serie di umilianti retrocessioni, fino all’ultimo e infimo posto nella classifica della comunicazione politica e degli ascolti.
Le campagne elettorali, tutte, si sono svolte in questo ultradecennale e sempre più aggravato contesto di anti-democrazia, né vi sono segnali di mutamento di rotta che facciano sperare bene per le future. Ormai non è solo un problema di informazione o di comunicazione politica, ma di Democrazia e di Stato di Diritto.
Stando così le cose, la presentazione di liste “radicali” alle prossime elezioni – come quelle annunciate da Emma Bonino, Marco Cappato e Riccardo Magi per Roma e Milano – costituisce fatto incomprensibile e senza precedenti, almeno da quando gli statuti di tutti i soggetti della galassia radicale hanno precluso la presentazione in quanto radicali a qualsiasi tipo di elezione. È un fatto senza precedenti anche in fatto di contenuti, per esempio rispetto agli anni 70-80, quando il Partito Radicale si presentava alle elezioni con il simbolo della Rosa nel Pugno ma senza connotare la sua politica in termini nazionalistici, localistici e partitici (basti pensare alla concomitante lotta contro lo sterminio per fame e alla prassi della “doppia tessera”). La stessa lista di “laici, socialisti,
liberali, radicali” della Rosa nel Pugno nel 2006 è stata concepita all’interno della intera galassia radicale e connotata dalla presenza di esponenti “esterni”. Ciò fa la differenza con gli esperimenti attuali.
Capiamo che presentare siffatte liste possa apparire un primo, essenziale passo per chi mira a dare un senso esplicito, conseguente ed esemplare alla “svolta” politica maturata e rivendicata al Congresso di novembre 2015 di Radicali Italiani. È una svolta che non condividiamo ma che abbiamo non contrastato a Chianciano e non contrasteremo oggi a Roma o a Milano nelle sue derivate elettorali.
Noi abbiamo però un’altra visione, un altro progetto, altri metodi, altri obiettivi: gli stessi del Partito Radicale, da sessant’anni. Per noi la risposta di Partito, di Governo e di Riforma, oltre che necessaria e urgente, è volta, come stiamo tentando di fare, a mettere in moto – a partire dall’Italia, ma non solo in Italia – la transizione verso lo Stato di Diritto contro la Ragion di Stato, attraverso l’affermazione del Diritto umano alla Conoscenza, che è innanzitutto conoscenza di quel che il Potere fa a nome dei suoi cittadini.
Nelle elezioni romane, ma anche a livello nazionale, l’unico fatto nuovo che riteniamo possa per noi costituire eccezione alla regola, ha il nome e la storia di Roberto Giachetti. Il vissuto radicale del “renziano” Roberto Giachetti, che continua ancora a vivere e far vivere il Partito Radicale con la sua iscrizione e iniziativa politica (dal deposito in Cassazione dei quesiti sulla Giustizia Giusta alle visite in carcere con Marco Pannella), ci importa, ci rassicura e ci dice che può riservare sorprese singolari o ulteriori conferme e sviluppi di una storia esemplare. Vogliamo quindi aiutarlo a diventare Sindaco di Roma, di una Città che non sia più introvertita e chiusa, immersa nei suoi spiccioli problemi, ma estroversa, aperta, transnazionale. In una parola: universale, bandiera e simbolo della visione del mondo e del Diritto cui sta dando corpo la campagna in atto del Partito Radicale sul Diritto umano alla Conoscenza

In ultima analisi, crediamo che la ricerca del dialogo fino allo stremo sia quanto di più importante ci chieda Marco Pannella, anche in queste ore. È il connotato essenziale dell’alterità radicale che vogliamo continuare ad affermare e praticare, senza calcoli del tipo “il fine giustifica i mezzi” o, peggio, adattamenti a ragion di partito. È la via maestra per continuare a concepire un nuovo possibile, come è sempre stato nella storia radicale, fondata sulla teoria di una prassi nella quale parole e fatti, mezzi e fini, comportamenti e obiettivi hanno sempre teso a coincidere.

René ANDREANI, Matteo ANGIOLI, Laura ARCONTI, Emanuele BACIOCCHI, Angiolo
BANDINELLI, Luca BAUCCIO, Marco BELTRANDI, Rita BERNARDINI, Gianni BETTO,
Guido BIANCARDI, Maurizio BOLOGNETTI, Piero BONANO, Giampiero BONFANTINI, Anna BRIGANTI, Maurizio BUZZEGOLI, Giuseppe CANDIDO, Tommaso CARACAPPA, Antonella CASU, Gianpaolo CATANZARITI, Daniella CEPPARULO, Antonio CERRONE, Marco CERRONE, Achille CHIOMENTO, Deborah CIANFANELLI, Gianmarco CICCARELLI, Isabella CIDONIO, Livio CRISCI, Sergio D’ELIA, Giulio D’ANGELO, Laura DE BERARDINIS, Carmine DE MARTINO ADINOLFI, Roberto DE RIU, Ermanno DE ROSA, Carlo DEL NERO, Gaetano DENTAMARO, Isa DI DOMIZIO, Paola DI FOLCO, Giuseppe DI LEO, Vincenzo DI NANNA, Fabrizio FABI, Maria Antonietta FARINA COSCIONI, Fabio FAVALLI, John FISCHETTI, Mauro FONZO, Fausto FORTI, Alessio FRANSONI, Grazia GALLI, Marco GENTILI, Alessandro GERARDI, Franco GIACOMELLI, Mariano GIUSTINO, Laura HARTH, Ivan INNOCENTI, Giorgio INZANI, Vito LARUCCIA, Massimo LENSI, Domenico LETIZIA, Carlo LOI, Mariagrazia LUCCHIARI, Lupo MACOLINO, Camillo MAFFIA, Giuseppe MANZIONNA, Gernando MARASCO, Andrea MARCUCCI, Giuseppe MATINA, Monica MISCHIATTI, Maurizio MORGANTI, Giacomo NARDONE, Veronica OROFINO, Davide PALUMBO, Alessandro PARIS, Giovanni PARISI, Francesco PASQUARIELLO, Luca PONCHIROLI, Carlo PONTESILLI, Isabella PUGGIONI, Sergio RAVELLI, Alessio ROMANELLI, Gennaro ROMANO, Angelo ROSSI, Carla ROSSI, Giuseppe ROSSODIVITA, Sergio ROVASIO, Gianni RUBAGOTTI, Rocco RUFFA, Gino RUGGERI, Angelica RUSSOMANDO, Emiliano SILVESTRI, Silvana TEI, Irene TESTA, Antonio TRISCIUOGLIO, Maria Laura TURCO, Maurizio TURCO, Antonino URSO, Ilari VALBONESI, Valter VECELLIO, Luca VISCARDI, Doriana VRIALE, Elisabetta ZAMPARUTTI.